Home | Interno | Riva Arco Torbole | Riva del Garda Fierecongressi guarda alle prossime sfide

Riva del Garda Fierecongressi guarda alle prossime sfide

Sfide che sono state presentate nel corso dell'evento organizzato per festeggiare il 30° Anniversario della società

image

Photo credits Jacopo Salvi.

In oltre 400 persone hanno varcato le porte del Centro Congressi di Riva del Garda nel pomeriggio per partecipare all’evento organizzato da Riva del Garda Fierecongressi Spa.
«Un evento per festeggiarne tanti», un evento per celebrare il 30° anniversario della Società e guardare al futuro, che ha visto una Sala Garda gremita tra collaboratori, stakeholders e soci, rappresentanti di comuni del territorio e delle istituzioni provinciali, associazioni di categoria, collaboratori attuali e di vecchia data.
Coraggio, innovazione, conoscenze, relazioni, internazionalizzazione, sostenibilità: queste le parole chiave che delineano il domani di Riva del Garda Fierecongressi.
 

 
«Con questo evento abbiamo voluto condividere uno spezzone di storia di questo territorio ed è una grande soddisfazione avere una platea così importante e qualificata.
«Un omaggio alla nostra storia ma anche un grande stimolo per continuare verso il perseguimento di successi, economici ma anche sociali e culturali. Una Società come la nostra che sta bene deve avere il coraggio di guardare oltre per raccogliere le sfide di un mercato sempre più competitivo.
«Del resto è una Società che è nata con un atto di coraggio, di chi ha buttato il cuore oltre l'ostacolo», – ha introdotto il presidente Roberto Pellegrini prima di prendere parte al talk show condotto dal direttore de l’Adige Alberto Faustini, assieme al direttore generale della Società Giovanni Laezza, al sindaco di Riva del Garda Adalberto Mosaner, all'assessore all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo della Provincia autonoma di Trento Roberto Failoni.
 

 
Coraggio di innovare e di ampliare i propri orizzonti, come ha sottolineato Giovanni Laezza.
«Per Expo Riva Schuh, la fiera delle calzature nostro fiore all'occhiello, coraggio fa rima con internazionalizzazione, significa consolidare i rapporti e le relazioni con il mercato cinese.
«Per Hospitality siamo pronti a consolidarne il ruolo a livello nazionale. Per il settore congressuale, la prossima sfida sarà quella di diventare aggregatori di offerte in ambito Lago di Garda e diventare una delle dieci destinazioni congressuali per tasso di internazionalizzazione: possiamo farlo perché in un luogo così questo è già naturale di per sé.»
 

 
A intervenire anche l'assessore Roberto Failoni, che ha avuto modo di ribadire il ruolo dell'amministrazione pubblica nei progetti di riqualificazione.
«Fin dall'inizio la posizione dell'amministrazione provinciale è stata chiara riguardo al ruolo primario che il polo fieristico e congressuale riveste.
«La partenza c’è, con un primo appalto dei lavori a fine anno e la Provincia che intende giocare un ruolo da protagonista con un'operazione di investimento importante.
«Adesso sta a noi lavorare da qui a quando queste opere nuove non saranno realizzate.»
 

 
Il sindaco Adalberto Mosaner è entrato nel merito dei nuovi progetti di che interesseranno le strutture fieristiche e congressuali, in particolare sottolineando l'importanza del Palazzetto dello Sport e del Teatro che sorgeranno in riva al lago assieme al nuovo Centro Congressi.
«Auspichiamo che si riesca effettivamente a mettere in campo azioni celeri, il turismo fieristico e congressuale rappresenta un’opportunità incredibile per tutta la città.
«Riva del Garda ha nel proprio dna la parola ospitalità e Riva del Garda Fierecongressi si è inserita in questa scia portando un valore aggiunto oggi fondamentale.
«La città ha avuto la capacità di attrarre congressi importanti e questa Società la tenacia nel rimanere competitivi in un settore in continuo cambiamento.
«Oggi possiamo confrontarci con altri competitor italiani perché il potenziale è estremamente alto e può fare ulteriori passi avanti proprio grazie alla qualificazione degli spazi.»
 

 
A seguire, il duo comico Ale e Franz ha coinvolto gli ospiti in uno show speciale dove non sono mancate le risate, prima di chiudere con un momento di riconoscimento finale ai Past President (Carlo Modena, Bruno Santi, Lorenzo Lorenzi, Giovanni Zontini, Alberto Bertolini, Mauro Malfer) e ai soci attuali.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni