Home | Interno | Salute | Ospedale di Borgo, direzione autonoma e nuove funzioni

Ospedale di Borgo, direzione autonoma e nuove funzioni

Oggi la visita dell'assessore alla salute Segnana: attenzione agli ospedali di valle, fondamentali per la sanità trentina

Visita oggi dell'assessore alla salute Stefania Segnana all'ospedale San Lorenzo di Borgo Valsugana per incontrare i nuovi Direttori di Unità Operativa appena nominati e per fare il punto sulle attività della struttura sanitaria, che acquisisce una direzione sanitaria autonoma e viene potenziata.
L'assessore, assieme al dottor Pier Paolo Benetollo, direttore del Servizio ospedaliero provinciale dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari e al dottor Giuliano Brunori, direttore sanitario delegato, ha incontrato la dottoressa Silvia Atti, che è stata nominata direttrice sanitaria del presidio ospedaliero e prenderà servizio con lunedì 17 gennaio.
Negli scorsi anni la direzione sanitaria era unica per i due ospedali di Borgo e Cavalese; la nuova programmazione ha previsto di dotare ciascun ospedale di una Direzione autonoma; il dottor Pierantonio Scappini manterrà quella dell'Ospedale di Cavalese.
 
Nei giorni scorsi, poi, ha preso servizio il dottor Dimitri Peterlana, che dal primo gennaio di quest'anno è il direttore dell'Unità operativa di Medicina e Pronto soccorso.
La struttura di Borgo diventa poi il centro della rete di Diabetologia di tutta la provincia: questa rete, di nuova istituzione è affidata al dottor Sandro Inchiostro.
Per l'ospedale erano presenti anche il dottor Enrico Lenzi e Matteo Vezzoli, responsabile per le professioni sanitarie all'interno della struttura, ed il dottor Paolo Barelli, direttore del Servizio Professioni Sanitarie di tutto il Servizio ospedaliero provinciale.
All'incontro era presente anche il sindaco di Borgo Valsugana, Enrico Galvan, che ha portato i saluti di tutti i sindaci della Valsugana.
 
L'assessore Segnana ha voluto ringraziare il dottor Scappini per il contributo dato in oltre 11 anni di attività nell'ospedale e ha dato il benvenuto ai due nuovi ingressi e un augurio di buon lavoro al dottor Inchiostro.
«Le nomine e il potenziamento dell'attività dell'Ospedale di Borgo Valsugana sono un segno dell'attenzione che abbiamo per gli ospedali di valle, che nella riforma della sanità che stiamo portando avanti rappresentano un elemento fondamentale per dare risposte in primo luogo alle esigenze del territorio in cui si trovano, ma che possono avere un ruolo di coordinamento, come nel caso di Borgo per la diabetologia, per tutta la provincia, – ha sottolineato l'assessore Segnana. – Le nomine per Borgo sono state effettuate in tempi brevi, grazie al grande lavoro dell'Apss, come dimostrazione di attenzione verso le strutture di valle da parte della sanità e della politica trentina.
«La risposta di giovani professionisti ai bandi indica che la sanità trentina rimane attrattiva.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni