Home | Interno | Salute | La pressione aumenta (anche) per la scarsa igiene orale

La pressione aumenta (anche) per la scarsa igiene orale

Lo rivela uno studio condotto dall’Università de l’Aquila che fornisce dati in tal senso

La buona salute di un organismo si rivela dal suo stato di equilibrio: la cura del proprio benessere non può essere limitata ad un solo aspetto, ma deve riguardare tutti gli aspetti, dall’igiene orale alla pressione arteriosa.
E proprio questi ultimi due, secondo uno studio condotto dall'Università de L'Aquila, sembrano essere in relazione diretta.

 La rivelazione dello studio 
Secondo lo studio in questione, chi ha le gengive infiammate ha il 20% in meno di probabilità di avere la pressione entro i giusti limiti.
L’indagine, realizzata da un’equipe di specialisti dell’Università di L’Aquila, è stata condotta su un gruppo di pazienti affetti da ambedue le patologie. I risultati sono stati sorprendenti: un quinto dei pazienti che non curavano al meglio la salute dei denti hanno visto diminuire l’efficacia delle terapie contro l’ipertensione.
 
Ciò ha portato i ricercatori, con Davide Pietropaoli in testa, ad invitare innanzi tutto i medici a prestare maggior attenzione alla presenza di ambedue le malattie; e, di conseguenza, ad invitare tutti coloro che soffrono di infezioni gengivale a tenere sotto controllo la salute della bocca, perché essa influisce anche sullo stato di salute delle arterie.
Una rivelazione di sicura importanza, che va a ricollegarsi ai consigli per curare al meglio la propria igiene orale. Anche per il bene delle arterie, a questo punto.
 
 Consigli per l’igiene orale 
La prima accortezza è la pulizia costante di denti e gengive, compresa la superficie della lingua, che va spazzolata anch’essa per bene.
Un’operazione da effettuare almeno due volte al giorno, utilizzando uno spazzolino adatto alle proprie esigenze.
Prima dello spazzolino, però, come indicano le ultime ricerche è opportuno passare il filo interdentale per rimuovere i residui tra i denti; dopo avere usato lo spazzolino, inoltre, è sempre meglio utilizzare anche il collutorio, scegliendone preferibilmente uno senza alcol come quelli di Curasept DayCare, per esempio.
 
Certo, può capitare di non avere immediatamente a disposizione tutto l’occorrente per la pulizia, perché si è in giro a godersi lo street food in centro, oppure ad un pranzo di lavoro. In questi casi può tornare utile una gomma da masticare senza zucchero, anche se bisognerà pur sempre effettuare una pulizia completa dei denti non appena rientrati a casa. Infine, in caso di necessità, anche un semplice risciacquo energico con un bicchiere d’acqua è in grado di effettuare una prima rimozione dei detriti tra i denti.
 
In conclusione, sono sempre di più gli studi che attestano l’acuirsi di alcune malattie in presenza di una situazione infettiva nel cavo orale.
Prevenzione massima e cura della bocca diventano quindi precauzioni indispensabili non solo per poter sfoggiare sempre un bel sorriso, ma anche per mantenere la salute del corpo in buono stato.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone