Home | Interno | Salute | Sabato 29 giugno, giornata di prova Dragon Boat LILT

Sabato 29 giugno, giornata di prova Dragon Boat LILT

Al lido di Caldonazzo è aperta a tutte le donne che hanno affrontato il tumore al seno

Sabato 29 giugno al Lido di Caldonazzo (ore 15:30-17:30) la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori invita le donne che hanno affrontato il tumore al seno e che hanno superato la fase acuta post-chirurgica, alla giornata di prova di Dragon Boat, gratuita e aperta a tutte senza prenotazione.
L’iniziativa, realizzata in collaborazione con la sezione trentina di UISP, Asd Dragon Sport Caldonazzo e Asd Xtreme Drago Team che metteranno a disposizione gli istruttori e la logistica, mira ad istituire anche in Trentino un «equipaggio in rosa», come già succede presso molte altre Sezioni Provinciali LILT in Italia.
Durante l’incontro si potrà conoscere la disciplina, fare un giro di prova con gli istruttori e saperne di più sul progetto.
LILT raccoglierà i nominativi di chi può essere interessata, senza impegno, a provare a far parte dell’Equipaggio in Rosa, per poi ricontattare ed informare dell’avvio dell’attività vera e propria.
 
Il Dragon Boat è un’antica disciplina sportiva orientale che si svolge su barche con la testa di drago, animale simbolo di benessere e positività, e rappresenta l'idea di un gruppo che fa qualcosa per raggiungere un obiettivo comune.
Nel Dragon Boat ognuno deve apportare il proprio contributo in modo uguale agli altri, poiché la strategia vincente è quella di pagaiare tutti all'unisono.
Anche per affrontare e vincere la malattia oncologica è necessario rapportarsi con essa in maniera positiva, senza nascondersi o isolarsi nel proprio intimo.
L’Equipaggio in Rosa LILT può essere un aiuto sia dal punto di vista fisico, per chi ha concluso il percorso riabilitativo riacquistando una buona mobilità ma che necessita di mantenersi attiva e in movimento, sia dal punto di vista psicologico, per i momenti di condivisione e di scambio che offre.
Condividere esperienze con altre donne che vivono o hanno vissuto un percorso simile costituisce elemento importante di maturazione verso un migliore modo di affrontare prendere consapevolezza del percorso di salute compiuto e dei passi futuri.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone