Home | Interno | Trento | Si è spenta alla Rsa S. Bartolomeo la signora Marta Altadonna

Si è spenta alla Rsa S. Bartolomeo la signora Marta Altadonna

Nata nel 1924, rimasta orfana, trovò la famiglia all’interno della amata struttura

image

>
Si è spenta, alla Rsa San Bartolomeo, la signora Marta Altadonna.
La sua è una storia che sembra appartenere a un tempo diverso da quello odierno: classe 1924, è giunta giovanissima, perché rimasta orfana, all’interno della struttura che al tempo era gestita dalle suore.
Qui ha trascorso tutta la sua vita e, non avendo familiari se non qualche lontano conoscente residente nella zona di Venezia, ha avuto nell’istituto cristiano prima e nell’Apsp poi, tutta la sua famiglia.
 
Dallo staff spiegano: «Fu accolta dalle suore che praticamente la adottarono e, fin da allora, lei si è sempre spesa per ripagare l’ospitalità. Ha sempre svolto piccoli lavori, di ogni tipo, soprattutto aiutando in lavanderia.
«Qui ha fatto la sua parte fino a davvero pochissimo tempo fa, quando le forze sono venute meno e ha dovuto, a malincuore, rinunciare.
«Il suo impegno non finiva qui: moltissima passione metteva nell’aiutare il cappellano: per preparare la chiesa ma anche per le letture; in pratica ha svolto anche, in parte, il ruolo di perpetua.»
 
Era una figura familiare, amica, tanto che quando è stata inaugurata la nuova struttura, a lei è stata anche data una piccola targa, per ringraziarla del suo impegno quotidiano.
Basti pensare che anche quando aveva qualche acciacco di salute, la sua principale preoccupazione era non poter andare ad aiutare in lavanderia.
Una di quelle persone che non danno nell’occhio, magari nemmeno ci si accorgeva di lei: insomma un esempio di umiltà e dedizione.
Alla Rsa tutti la ricordano con affetto e i tanti lavoratori che sono stati, di fatto, la sua famiglia, ci tengono a mandarle un ultimo saluto.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni