Home | Interno | Trento | Pericolante l’olmo di piazza Fiera, abbattimento urgente

Pericolante l’olmo di piazza Fiera, abbattimento urgente

Deviati gli autobus fino alla conclusione dell’intervento necessario per mettere in sicurezza la zona

image

 
Il vecchio olmo di piazza Fiera si è inclinato pericolosamente. Pende verso la piazza e la corsia degli autobus perché le radici non riescono più a tenerlo ancorato al terreno. A causa dell’estrema pericolosità della situazione, oggi alle 14 inizierà l’abbattimento della pianta.
A notare che la stabilità dell’olmo di piazza Fiera era gravemente compromessa sono stati i giardinieri comunali che stamattina hanno notato alcuni particolari preoccupanti: le fronde che solitamente toccavano le mura se ne erano distanziate di un paio di metri, la terra dell’aiuola era smossa, le radici superficiali e con evidenti segni di marciume. Impossibile salvare l’olmo, a cui i trentini sono molto affezionati.
 
Nel 2011, in seguito a una raccolta firme, si decise perfino di deviare il percorso degli autobus pur di non abbatterlo. Erano stati messi anche dei cavi per sostenere i rami. Nonostante le cure, oggi - spiegano i giardinieri - non ci sono alternative: in tanti anni di convivenza con l’asfalto e con il traffico, l’apparato radicale si è deteriorato in modo irreparabile.
Per consentire il taglio dell’olmo che, in caso di mancato intervento, potrebbe cadere su un autobus o su un passante, il trasporto pubblico è stato temporaneamente deviato su percorsi alternativi. Sul posto, oltre al personale dell’ufficio Parchi e Giardini e alla ditta specializzata incaricata dell’abbattimento, è presente la polizia locale.
L’olmo verrà presto sostituito da una nuova pianta.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande