Home | Interno | Trento | Certificati anagrafici disponibili da oggi anche in tabaccheria

Certificati anagrafici disponibili da oggi anche in tabaccheria

Accordo tra Comune di Trento e Fit per agevolare chi non può raggiungere gli sportelli comunali e chi non ha competenze o attrezzature informatiche

Da oggi numerosi certificati – da quello di residenza allo stato di famiglia - possono essere richiesti e stampati non solo negli uffici dell’anagrafe, non solo dal computer di casa, ma anche in trentanove tabaccherie della città (il numero è destinato a crescere nelle prossime settimane). La novità è frutto di un percorso avviato la scorsa primavera: infatti, con l’obiettivo di agevolare i cittadini privi di dotazioni o competenze informatiche, il primo aprile la Giunta comunale ha eliminato i diritti di segreteria per la stampa di certificati anche per agevolare il rilascio in edicole, tabaccherie o altri punti vendita. Questo passaggio era propedeutico all’attivazione di una rete di sportelli sul territorio a servizio dei cittadini che necessitano di certificati anagrafici.
 
Successivamente, a giugno, la Giunta ha approvato la convenzione, senza carattere di esclusività, con la Federazione italiana tabaccai (Fit): l’accordo prevede l’accesso ai servizi online dell’anagrafe comunale per il rilascio, nelle tabaccherie associate, dei certificati richiesti dai cittadini. La Federazione tabaccai italiani, rappresentativa a livello nazionale di una rete di circa 48 mila esercizi associati, ha una consolidata esperienza nell’erogazione di servizi e ha già aderito in diverse realtà territoriali a progetti di decentramento del rilascio delle certificazioni anagrafiche. Il servizio prevede l’applicazione di un corrispettivo di 2 euro per ogni certificazione richiesta.
 
Le tabaccherie sono abilitate a rilasciare i certificati anagrafici di nascita, di morte, di matrimonio, di cittadinanza, di residenza, di stato civile, di stato di famiglia, di stato di famiglia Aire.
Le 39 tabaccherie del territorio che, con la collaborazione di Novares, società del gruppo Fit, partono in via sperimentale con il nuovo progetto sono dislocate in varie zone della città, a copertura dell’intero Comune. A breve, in una seconda fase, l’adesione al progetto potrà essere estesa a tutte le tabaccherie associate Fit del Comune e quindi il numero dei punti vendita convenzionati aumenterà.
 
Soddisfatto dell’accordo il sindaco Franco Ianeselli, che dichiara: «Non sempre i cittadini possono raggiungere gli sportelli comunali, non sempre hanno le competenze informatiche sufficienti o hanno a disposizione a casa un computer o una stampante. L’accordo con la Federazione Italiana Tabaccai ci permette di portare alcuni servizi anagrafici sul territorio semplificando così la vita delle persone. Infatti da oggi chi ha bisogno di un certificato anagrafico può andare nella tabaccheria più vicina risparmiando tempo. Con questa operazione andiamo anche a valorizzare e a supportare le attività del nostro territorio che diventano sempre più punti di riferimento per le persone e creiamo una rete territoriale di servizi diffusa e capillare».
 
Anche per Gabriele Sannicolò, presidente della Fit trentina, l’accordo è molto positivo: «Siamo davvero soddisfatti di poter collaborare con le istituzioni affinché le nostre attività possano essere vicine ai cittadini, agevolandoli nelle loro incombenze quotidiane e svolgendo così anche una funzione di servizio. La nostra categoria ha subito ben risposto a questo nuovo progetto e presto altre tabaccherie vi aderiranno. Ricordo inoltre che è attivo anche il servizio di rilascio certificati della Camera di Commercio e visure catastali».
 
Le tabaccherie che partono per prime sono distribuite da Meano a Ravina, da Sopramonte a Cognola. Ecco gli indirizzi: via di Melta 45 (Gardolo), piazza Cesare Battisti 26, via San Pietro 8, via Grazioli 52, piazza Generale Cantore 9, viale Adriano Olivetti 32, via Milano 44, Corso 3 novembre 78, via Verdi 36, Largo Nazario Sauro 10, via Renato Lunelli 22, palazzo Onda località Centochiavi,  piazza Raffaello Sanzio 9, via Brennero 34, piazza Santa Maria Maggiore 15, via della Canova 21 (Gardolo), via Brescia 48, Via Milano 53, Corso Buonarroti 26/1, via dei Solteri 41/1, piazza Argentario 11 (Cognola), piazza della Libertà 39 (Gardolo), via Caneppele 34/3 (Roncafort), via al Pont dei Vodi 2 (Gardolo), via Pomeranos (Mattarello), via Catoni 80, via Pederzolli (Meano), via della Resistenza 19 (Povo), via Margone (Ravina), via di Revolta 17 (Sopramonte), via dei Colli 4 (Villazzano), via di Madonna Bianca 114, via Gorizia 19, Lungadige Apuleio 28, via Ezio Maccani 36, via Alcide Degasperi 33, via Trener 16, via dei Marinai d’Italia 4, via del Commercio 5/C, via Perini 135.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande