Home | Interno | Trento | È obbligatoria la lotta alla processionaria del pino

È obbligatoria la lotta alla processionaria del pino

Cosa fa il Comune di Trento e cosa devono fare i privati cittadini

La processionaria del pino è un insetto defoliatore che causa, nella sua fase larvale, problemi al patrimonio arboreo ma ancor più è causa di problemi anche gravi di ordine sanitario per l'uomo e per gli animali che dovessero venire a contatto con i peli urticanti di cui il loro corpo è ricoperto.
Nella fase invernale la processionaria si manifesta con dei bozzoli siricei bianchi, detti impropriamente nidi, all'apice di rami ben esposti di pini e cedri.
Nei giardini pubblici dei centri abitati e nelle aree verdi delle scuole la presenza della processionaria viene contrastata dal personale tecnico dell’Ufficio parchi e giardini con la raccolta manuale, mentre la stessa attività è svolta dai tecnici dell’Azienda forestale Trento-Sopramonte nelle aree silvo-pastorali nei dintorni della città.
 
In tutto il territorio provinciale e nazionale vige la così detta lotta obbligatoria alla processionaria anche da parte dei privati.
La prevenzione contro possibili rischi di contatto si basa sulla prevenzione. La rimozione e distruzione dei nidi nelle aree infestate deve essere fatta con professionalità e mezzi adeguati nel periodo invernale, quando le larve non hanno ancora sviluppato i peli urticanti e prima della loro discesa con la spettacolare «processione» che è valsa loro il nome.
Nell'area tematica ambiente e territorio del sito del Comune è disponibile una scheda informativa dettagliata sulla processionaria del pino.
Per informazioni è possibile contattare l'Ufficio parchi e giardini (tel. 0461 884528).

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone