Home | Interno | Trento | Autosilo Petrarca, è pronto il maxischermo curvo

Autosilo Petrarca, è pronto il maxischermo curvo

Ultimate le operazioni di installazione del dispositivo che veicolerà informazioni pubblicitarie ma anche eventi ed informazioni utili a cittadini e turisti

Da qualche giorno l’autosilo Petrarca di Trento ospita, sulla facciata a nord, un maxischermo a led che verrà utilizzato sia per trasmettere contenuti pubblicitari che informazioni utili ai cittadini ed ai turisti.
Con i suoi 9,6 metri per 4,8, posti ad un’altezza di 7 metri, un sistema di illuminazione in grado di essere ben visibile anche in piena luce solare, il maxischermo di via Petrarca è il più grande del Nord Italia per le sue caratteristiche curve specifiche e rientra negli obiettivi di riqualificazione e sviluppo dell’autosilo, assieme – tra gli altri interventi – al «Giardino verticale», portati avanti da Confcommercio Trentino attraverso Terfin, società guidata da Emanuele Bonafini.
 
«Con questo intervento – spiega l’amministratore di Terfin Emanuele Bonafini – abbiamo intenzione di proseguire nell’attività di qualificazione e ammodernamento della struttura dell’Autosilo.
Grazie a questa innovativa soluzione, unica nel suo genere nel Nord Italia (eccezion fatta per le grandi metropoli), il parcheggio multipiano vuole confermare l’obiettivo di essere uno snodo importante per la viabilità cittadina, orientandosi ad uno sviluppo tecnologico che coniughi efficienza e qualità dei servizi ad una attenzione verso l’ambiente che consideriamo imprescindibile.
 
Il Giardino verticale, infatti, inaugurato sul lato sud nel 2016, non è soltanto una scelta estetica, così come il rivestimento mangia-smog installato sulla parete laterale. E per il futuro abbiamo anche in progetto di convertire l’ultimo piano in un quinto piano green, con l’installazione di pannelli fotovoltaici e di colonnine di ricarica per veicoli elettrici».
«Nei prossimi giorni il maxischermo proietterà alcune immagini promozionali della città e del Trentino, con eventi ed informazioni utili. Più avanti apriremo anche ad inserzioni pubblicitarie: le caratteristiche del supporto e la posizione strategica – via Petrarca è percorsa quotidianamente da migliaia di autoveicoli – ne fanno uno strumento molto appetibile e innovativo.»
 
Il maxischermo è lungo 9,60 metri per 4,80, per una superficie complessiva di oltre 46 metri quadrati.
La tecnologia di proiezione è a led ad alta luminosità, collocati ad un passo di 0,8 centimetri a beneficio di una qualità di riproduzione molto elevata.
Installato a 7 metri di altezza dal marciapiede, lungo la parete nord della struttura, ha richiesto una progettazione particolare proprio per la superficie ricurva dell’Autosilo alla quale il maxischermo aderirà.
La progettazione architettonica e impiantistica, nonché la Direzione Lavori, sono state curate dall'ing. Antonio Armani già co-progettista del Giardino verticale posto sulla torre sud dell’Autosilo, dello Studio tecnico Interstudio Ingegneri Associati di Trento.
La produzione del pannello e delle strutture di supporto e installazione sono state curate dalla Art Tech di Villar Dora (Torino).

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni