Home | Interno | Trento | Quando si vede la pagliuzza altrui ma non le proprie travi

Quando si vede la pagliuzza altrui ma non le proprie travi

Un complesso musicale beccato a sforare gli orari di 10 minuti: multa di 179 euro

Non è la prima volta che riscontriamo uno zelo eccessivo da parte delle autorità cittadine di fronte ad alcune problematiche che secondo noi potrebbero essere trattate più con buonsenso che con un’unità di misura.
Gli artisti di una band trentina ci hanno inviato la lettera che segue nel riquadro per esprimere la propria delusione nel prendere atto di tanta severità.
Hanno eseguito un concerto in un locale del centro di Trento prestando la massima attenzione a non violare le normative vigenti in tema di decibel e di orari da rispettare.
Alle 23 la città ha il sacrosanto diritto diritto di non sentir volare una mosca, e forse è per questo che il verbale (pubblicato a seguire) riporta il marchio Family in Trentino...
 
Ovviamente, avendo sforato di 10 minuti, hanno commesso una violazione inaccettabile e si meritano tanto di verbale e di multa da parte della Polizia Municipale.
Sappiamo però che per motivi di ordine pubblico l’autorità di pubblica sicurezza può consentire che vengano modificate le regole in funzione alla situazione che si è andata a creare.
Questi motivi possono essere rappresentati da qualsiasi cosa, compreso il buonsenso.
Non formuliamo nessuna critica a chi ha fatto osservare la legge, sia ben chiaro.
Restiamo però amareggiati nel vedere come si riesca a vedere puntualmente la pagliuzza ma non le travi che albergano di notte nelle strade della nostra città.

Porto alla vostra attenzione né più né meno quanto è successo nella serata di venerdì scorso, in un locale del centro storico di Trento.
Venerdì scorso, un gruppo musicale si esibisce all'esterno di un locale di fronte a molte persone in piedi oltre a quelle sedute ai tavoli del locale che con gioia e apprezzamento sincero si gustano la loro performance musicale ad un volume ASSOLUTAMENTE GRADEVOLE E RIENTRANTE NEI DECIBEL CONSENTITI PER LEGGE.
Scadenza prevista dal permesso regolarmente richiesto e rilasciato dalle autorità competenti, ore 23:00.
Ed infatti, il gruppo musicale smette di suonare alle ore 22:55.
 
A grande richiesta le persone presenti però, richiedono a gran voce il cosiddetto e consueto «bis» e il gruppo con piacere riprende a suonare per regalare 1 (uno) ultimo brano, ricambiando così con gratitudine il calore che la gente presente gli ha espresso con viva partecipazione ed affetto.
Questo porta inevitabilmente gli artisti della band a «sforare» di 10 (dieci) minuti e quindi il concerto si conclude a tutti gli effetti, come rilevato per iscritto, alle ore 23:10 (ventitrè e dieci minuti).
A fine concerto però, contemporaneamente alle 23:10 appunto, una pattuglia della Polizia Municipale di Trento e monte Bondone (presumibilmente sprovvista di fonometro) entra precipitosamente nel locale dove si è appena concluso il concerto ed esegue accertamenti, scatta foto al nostro palco ed ai nostri strumenti.
 
Usciti dal locale chiediamo ai due agenti in divisa il perché di quelle foto e se ci faranno una contravvenzione per i dieci minuti trascorsi oltre il limite.
Loro ci assicurano che questo non succederà.
Questa mattina, invece, la Polizia Municipale ha provveduto a consegnare a mano il verbale redatto e firmato dall’Accertatore, che si traduce in una contravvenzione di Euro 179,00. a carico del gestore del locale e quindi ovviamente a carico degli artisti che si sono esibiti quella sera.
Questo è quanto accaduto; lascio ai Vostri amati lettori le considerazioni in merito.
 
Un sincero grazie di cuore a tutti coloro che ci hanno applauditi quella sera con sincerità ed affetto.
È sinceramente «imbarazzante», per usare un eufemismo, aver notato con quanto zelo ci è stato rilevato il ritardo di 10 (dieci) minuti.
Quanta amarezza e frustrazione in questa nostra amata città.... turistica ed universitaria...
Cordialmente, gli Artisti.

Di seguito il verbale.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni