Home | Interno | Trento | Trento, verrà messa in sicurezza la piazzetta di Melta

Trento, verrà messa in sicurezza la piazzetta di Melta

Saranno risolte le problematiche dal punto di vista del traffico veicolare e pedonale

La Piazza di Melta denominata anche «stretta di Melta» presenta delle problematiche importanti dal punto di vista del traffico veicolare e pedonale.
Il presente progetto prevede quindi di migliorare la sicurezza della zona collegando il percorso pedonale a nord della «stretta» con quello posto a sud; essendo uno posto sul lato ovest della via Melta e l'altro sul lato opposto, inevitabilmente sarà necessario posizionare un attraversamento pedonale in posizione tale da permettere una visuale ottimale per chi vuole attraversare la strada in sicurezza.
La manovra di attraversamento dei pedoni e l'uscita dei veicoli da via Benedetti è attualmente molto pericolosa perchè la visibilità verso nord è decisamente compromessa dall'andamento non rettilineo della via di Melta in prossimità della piazza.
Con il presente intervento si intende quindi rendere meno «tortuosa» la via; sul lato est si rende quindi necessario demolire un tratto di marciapiede (avente larghezza molto contenuta e insufficiente ad un transito sicuro dei pedoni) e relativo muro di recinzione; sarà necessario inoltre il taglio e la demolizione dei muri che delimitano la strada (p.f. 1944/1) che scende da est perpendicolare alla sede stradale principale.
 
Verrà quindi realizzato un marciapiede - avente larghezza di un metro e mezzo - che permetterà quindi di collegare quello esistente alla piazza.
In questo tratto si prevede inoltre di eliminare la fermata dell'autobus in quando attualmente si trova in una posizione tale da costituire elemento di disturbo alla visibilità generale dell'andamento della strada in quando situata in curva; spesso i veicoli che giungono da sud e si trovano l'autobus fermo in carreggiata per far salire e scendere gli utenti tendono ad accentrarsi nella loro traiettoria per poter traguardare in lontananza il sopraggiungere o meno nel verso opposto di qualche vettura per poter così superare il suddetto autobus.
Tale visibilità non c'è attualmente e quindi il comportamento non corretto di taluni automobilisti crea sicuramente situazioni di notevole pericolo.
Per questo motivo si ritiene di anticipare verso sud di 40 metri circa la suddetta fermata dell'autobus posizionandola sul rettilineo (fronte p.ed. 1789).
 
Il lato est della piazza sarà delimitato da una cigliatura a raso per definire meglio la sede stradale: attualmente solo la segnaletica orizzontale evidenzia il limite della carreggiata rispetto alla proprietà privata.
Sul lato ovest della via di Melta verrà costruito un marciapiede (larghezza media 120 cm) avente le medesime caratteristiche costruttive di quello sul lato opposto; tale percorso collegherà la via Benedetti con la fermata dell'autobus posta a nord della stretta.
Sono previsti tre passaggi pedonali: uno posto in corrispondenza dell'incrocio via Benedetti – Via di Melta, uno in prossimità della p.ed. 283/3 e il terzo di fronte al panificio.
La sede stradale avrà larghezza di circa 6 metri e mezzo; in corrispondenza della stretta saranno garantiti il minimo di sei metri.
 
Oggi è previsto l'inizio dei lavori, l'obiettivo è di ultimarli per l’inizio del periodo scolastico, 120mila euro il costo.
In dettaglio si inizia dal ciglio est della via di Melta.
L'illuminazione pubblica non subirà modifiche.
 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone