Home | Letteratura | Autori | Addio al maestro cileno Luis Sepúlveda

Addio al maestro cileno Luis Sepúlveda

Il piacere di narrare e l’impegno politico e ambientalista sono state una costante nelle sue opere più importanti

Si è spento a 70 anni lo straordinario scrittore cileno, autore di bellissimi romanzi amati da intere generazioni di lettori come «Il vecchio che leggeva romanzi d'amore» e «Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare».
Da sempre impegnato sul fronte politico, Sepúlveda fu costretto a lasciare il paese in seguito al colpo di stato che mise fine al governo di Allende.
 
Ha esordito nella narrativa nel 1969 con la raccolta di racconti «Cronache di Pietro Nessuno», ma si è imposto definitivamente al grande pubblico con il romanzo del 1989 «Il vecchio che leggeva romanzi d’amore», in cui regala ai lettori un pezzo della sua intensa vita.
Il piacere di narrare insieme all’impegno politico e ambientalista saranno una costante in molte sue opere importanti.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni