Home | Letteratura | Poesia | Ala: verso la 30esima edizione per il Premio Caprara

Ala: verso la 30esima edizione per il Premio Caprara

C'è tempo fino al 10 settembre per presentare le poesie, premiazione il 29 ottobre

Ritirato nella sua Ala, invalido di guerra, concentrò nella poesia le sue speranze, la sua fede.
Era Giuseppe Caprara, scomparso nel 1982.
In sua memoria da trent'anni ad Ala si tiene un concorso di poesia; da dieci anni a gestirlo è direttamente il Comune, tramite la biblioteca, ed ha visto nel passato fino a seicento partecipanti da tutta Italia.
Componimenti in italiano o dialetto, dedicati alla terra di Caprara (la Bassa Vallagarina) o i primi lavori di poeti in erba: il concorso spazia in quattro ambiti.
C'è tempo fino al 10 settembre per presentare le proprie poesie, la premiazione avverrà il 29 ottobre.

Il concorso «Giuseppe Caprara» quest'anno compie 30 anni.
Ricorda Giuseppe Caprara, nato ad Avio nel 1921 e trasferitosi ad Ala nel 1940, città dove visse per il resto della sua vita. Grande invalido di guerra, trovò nella poesia il suo modo di esprimersi e raccontare il mondo, un mondo che guardava per lo più dalla propria abitazione e dal letto dove era inchiodato a causa dell'incidente occorsogli in guerra.
Solo, sofferente, eppure la sua poesia era intrisa di speranza e di fede nel messaggio cristiano.
Scriveva in italiano così come in dialetto, ed è per questo che il concorso è diviso in un settore dedicato alla poesia in italiano, ed uno a quella in vernacolo (dialetti del triveneto e del mantovano).
Inoltre il concorso prevede due premi speciali, uno per le poesie dedicate alla sua figura di uomo e poeta, oltre che alle città di Ala e Avio, ed un altro per i ragazzi under 16. Numerose le opere che Caprara diede alle stampe; scrisse fino alla sua morte, avvenuta ad Ala il 28 febbraio 1982.
Nel 1997 il Comune di Ala diede alle stampe «Caro Bepim...», un libro in ricordo di Caprara, curato da Elio Fox con un saggio di Renzo Francescotti”.
 
Il concorso è organizzato per il decimo anno consecutivo dal Comune, tramite la biblioteca, in stretta collaborazione con la famiglia Caprara e con il vicino Comune di Avio. In questi dieci anni la manifestazione è molto cresciuta, tre anni fa raggiunse i 1.000 iscritti e i 600 lavori presentati (si poteva ancora presentare più liriche per sezione). Lo scorso anno i partecipanti sono stati più di 500, tutte le regioni italiane erano rappresentate; ci furono anche alcuni lavori inviati dall'estero, persino uno dal Canada.
La partecipazione pertanto è sempre stata molto elevata, e si pensa che lo sarà anche per questa trentesima edizione. L'adesione al concorso, va sottolineato, è gratuita, non è prevista alcuna quota di iscrizione.
 
La scadenza per la presentazione delle liriche è sabato 10 settembre 2016. Le sezioni sono quattro: poesia in italiano, aperta a tutta l'Italia, con tema libero; dialetto (triveneto e mantovano, escluse ladino e friulano; traduzione a lato, tema libero); a tema dedicato a Giuseppe Caprara, ad Ala e Avio; under 16.
Si può partecipare ad una o a più sezioni, sottoponendo alla giuria una singola lirica per sezione.
Le poesie vanno inviate sotto pseudonimo o motto alla biblioteca comunale di Ala, tramite posta oppure email, allegando a parte documento sigillato o file con i dati anagrafici.
I dettagli del bando e delle modalità di partecipazione sono presenti nella sezione Avvisi del sito web del Comune di Ala, www.comune.ala.tn.it.
 
Le poesie vanno presentate entro sabato 10 settembre. La giuria del 30° Concorso di Poesia G. Caprara, selezionata a cura della famiglia Caprara, sarà composta da poeti esperti nella composizione in lingua italiana e nei dialetti di cui alle categorie del concorso, e valuterà tutti i lavori presentati.
Per le sezioni in italiano e in dialetto sono previsti premi in denaro per il primo (500 euro), per il secondo (350) e per il terzo classificato (150 euro), patrocinati dal Comune di Ala.
Il Comune di Avio patrocinerà il premio unico per la sezione dedicata alla Bassa Vallagarina, per 250 euro.
Infine Ala ha stanziato 150 euro per il premio unico della sezione giovani.
La cerimonia di premiazione è fissata per il 29 ottobre 2016 ad ore 20.45, nell'Auditorium Cassa Rurale Bassa Vallagarina ad Ala.
 
In occasione del 30° anniversario del premio, come già accaduto al 10° e al 20° anniversario, verrà pubblicato un volume che raccoglie tutte le poesie vincitrici dalla 21ª alla 30ª edizione.
Da parte dell'Amministrazione comunale di Ala sono stati avviati già i primi contatti per raccogliere la disponibilità di potenziali sponsor dell'iniziativa.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni