Home | Economia e Finanza | Ricerca e innovazione | Trento verso la «Notte dei Ricercatori», 27 settembre 2013

Trento verso la «Notte dei Ricercatori», 27 settembre 2013

Mancano cento giorni alla Notte dei Ricercatori e anche a Trento fervono i preparativi

image

La Notte dei Ricercatori 2013 è programmata in contemporanea europea per il prossimo venerdì 27 settembre e anche a Trento fervono i preparativi.
Il progetto trentino, organizzato da Fondazione Bruno Kessler, Università degli Studi di Trento, Museo delle Scienze di Trento e Fondazione Edmund Mach, è stato presentato questa mattina alla stampa dai componenti del comitato scientifico Adolfo Villafiorita (Fondazione Bruno Kessler), Massimiano Bucchi (Università degli Studi di Trento), Valeria Lencioni (Museo delle Scienze) e Carlo Pozzi (Fondazione Edmund Mach).
 
L’evento è finanziato dalla Commissione Europea e metterà in rete, per una notte, i maggiori centri di ricerca del continente.
In Trentino le iniziative si svolgeranno a partire dalle ore 17.00 nella sede del Muse, il nuovo museo delle scienze.
 
L’evento di quest’anno potrà contare su un budget di base di 40 mila euro: il progetto presentato dalle quattro istituzioni di ricerca ha vinto un finanziamento dalla Commissione Europea nell’ambito del programma internazionale «Marie Curie».
I ricercatori dell'Università di Trento, della Fondazione Bruno Kessler, della Fondazione Edmund Mach e del Museo delle Scienze aspetteranno tutti i cittadini per una serata speciale tra dimostrazioni, caffè scientifici, dibattiti, laboratori, sorprese e occasioni di divertimento e di approfondimento.
 
Il tema della Notte sarà «Ricerca a Km0», a significare che i ricercatori sono più vicini di quanto pensiamo, i risultati del loro lavoro sono in mezzo a noi e gli input della scienza e della ricerca vengono da noi e dai nostri bisogni.
Tra i nuovi format previsti quest’anno anche «Talking Science/Discutere di scienza», presentazioni dedicate al pubblico in cui è possibile ascoltare il racconto di un progetto o di un’attività di ricerca in un clima informale.
 

  
Oppure il divertente faccia a faccia di «Invita un ricercatore a cena: Spegni la tv e accendi le idee!».
Inoltre la ricerca si potrà anche toccare con mano: i visitatori potranno scegliere il proprio percorso e sentirsi protagonisti tra le numerose attività interattive che saranno proposte dai ricercatori delle varie discipline.
 
In programma quest’anno anche lo «speed-dating» con i ricercatori, per dialogare sulla scienza a tu per tu con chi la fa ogni giorno: per questa attività è possibile già iscriversi dal sito web dell’evento.
Ma se per vivere la Notte dei Ricercatori bisogna aspettare ancora cento giorni è invece già aperto il concorso «La ricerca in uno scatto» che premierà la fotografia più significativa e originale dedicata alla ricerca e alla scienza.
 
Per partecipare e provare a vincere i buoni libro e gli altri premi messi in palio è sufficiente iscriversi sulla piattaforma storygrant.it, alla pagina web dedicata che si trova sul sito www.nottedeiricercatori.tn.it.
Chi desidera collaborare alla Notte dei Ricercatori nella squadra dell’organizzazione, può partecipare come volontario per le attività di supporto, accoglienza dei visitatori e servizio informazioni.
 
Tutte le indicazioni per candidarsi (entro il 10 settembre) sono disponibili sul sito web della Notte dei ricercatori: www.nottedeiricercatori.tn.it.
Il progetto del 2013 è patrocinato dal Ministero degli Affari Esteri, dalla Provincia autonoma di Trento e dal Comune di Trento e conta sulla partnership con Fondazione Ahref, EIT ICT labs, Trentino Sviluppo, Trento Rise, RAI – Trentino e il Servizio Europa della PAT (Europe Direct Trentino e Centro di Documentazione Europea).

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni