Home | Economia e Finanza | Ricerca e innovazione | La Notte dei Ricercatori 2013 torna a Trento il 27 settembre

La Notte dei Ricercatori 2013 torna a Trento il 27 settembre

Laboratori, esperimenti, dimostrazioni, maratona della scienza, spettacoli, installazioni, caffè della ricerca, giochi e tante sorprese per tutte le età e per tutti i gusti

Torna venerdì 27 settembre a Trento la Notte dei Ricercatori, l’iniziativa europea per far toccare con mano ai cittadini la ricerca scientifica.
L’evento, finanziato dalla Commissione Europea, si svolgerà dalle 17 all’una di notte al MUSE Museo delle Scienze e nel quartiere «Le Albere».
A organizzarlo, in sinergia, Fondazione Bruno Kessler, Università degli Studi di Trento, Museo delle Scienze di Trento e Fondazione Edmund Mach.
 
Il programma è stato presentato questa mattina in conferenza stampa al MUSE.
All’incontro con i giornalisti hanno partecipato Massimo Egidi, presidente Fondazione Bruno Kessler, Leonardo Alfonsi, del Comitato scientifico MUSE e presidente dell’associazione europea dei Festival della scienza, Alessandro Quattrone, prorettore per il supporto alla ricerca dell’Università di Trento e Francesco Salamini, presidente della Fondazione Edmund Mach insieme ai responsabili scientifici della Notte: Adolfo Villafiorita (FBK), Stefano Oss (UNITN), Emanuele Eccel (FEM) e Valeria Lencioni (MUSE).
 
Il tema scelto per il 2013 è la ricerca a km zero puntando l’attenzione sulla vicinanza e sulla quotidianità dei ricercatori, sulla presenza dei risultati del loro lavoro nella vita di ognuno e sull’intreccio trai bisogni dei cittadini e i progressi della scienza e della ricerca.
La cena e i caffè con i ricercatori, esperimenti, presentazioni e varie attività aiuteranno in modo particolare a colmare distanze nel segno dell’incontro e del dialogo.
 
L’ingresso a tutti gli eventi è gratuito.
Prenotazione obbligatoria su www.nottedeiricercatori.tn.it per le attività «Invita un ricercatore a cena» e per i «Tour» dove sia indicato.
 
 Il programma
L’inaugurazione con Enrico Bertolino alle 17 sul palco esterno nel quartiere Le Albere.
Quindi alle 17.30 l’apertura della Notte con taglio del nastro sul «km della Ricerca», che da via Olivetti al Muse fino all’una di notte proporrà installazioni, giochi, esperimenti e demo per capire quanto la ricerca sia vicina.
Tra gli eventi speciali, alle 18, la premiazione del concorso «La Ricerca in uno scatto!», che selezionerà la fotografia più significativa e originale.
Nell’evento europeo ci sarà, naturalmente, un punto informativo (European Corner, scopri l’Europa e i suoi progetti) a cura del Servizio Europa della Provincia autonoma di Trento per saperne di più sui progetti europei e sulle opportunità per i giovani.
La Maratona della Ricerca, nella Sala Conferenze del MUSE, proporrà invece dalle 18 alle 22.10 «Pillole di scienza a tu per tu con i ricercatori a km zero» ovvero una serie di interventi, brevi e curiosi, su argomenti e casi diversi.
I caffè della Ricerca, un dialogo fra pubblico e ricercatori sui temi di attualità, si terranno in tre bar – tra MUSE e Le Albere – dalle 17.30 alle 22.45.
Su prenotazione al MUSE c’è poi «Invita un ricercatore a cena»: domande, dubbi, sfide della ricerca saranno affrontate e discusse a tavola, davanti a un piatto fumante.
In programma anche alcuni «Tour» per farsi guidare dai ricercatori nel mondo della ricerca.
I percorsi, nel corso della Notte, partono dall’Infopoint collocato al MUSE, imbocco Corso del Lavoro/Lung’Adige, e in alcuni casi richiedono la prenotazione.
Il progetto del 2013 si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica ed è patrocinato dal Ministero degli Affari Esteri, dalla Provincia autonoma di Trento e dal Comune di Trento e conta sulla partnership di Fondazione Ahref, EIT ICT labs, Trento Rise, Fondazione Museo Storico, Trentino Sviluppo, Trentino Network, Le Albere, Trentino Trasporti esercizio, RAI – Trentino e il Servizio Europa della PAT (Europe Direct Trentino e Centro di Documentazione Europea).
 
 Note
Chi vorrà partecipare ad un caffè della ricerca che si tiene all’interno del MUSE potrà entrare da un accesso dedicato.
 
 Come raggiungere la sede della Notte dei Ricercatori
A piedi: dal nuovo sottopasso ferroviario che collega via Madruzzo con l'area del MUSE.
In bicicletta: da via Sanseverino e da via Monte Baldo.
In auto: parcheggio consigliato alle Ghiaie di via Fersina, prevista navetta gratuita (16.00-01.30; ultima corsa dal Muse alle ore 01.10). È possibile, inoltre, utilizzare i parcheggi di piazza Fiera (a pagamento), piazzale Sanseverino, Lung’Adige Monte Grappa (piazzale ex-Sit) e Monte Baldo.
In autobus: dalla stazione del treno prendere i numeri:
1 - 4 - 12 - 13 - 14 - fermata Rosmini «Cimitero»
3 - 5 - 8 - 9 - 10 - Travai al Nuoto
Fare riferimento al sito di Trentino Trasporti per gli orari.
Punti ristoro
Durante la serata sono disponibili i servizi ristoro a pagamento segnalati sulla mappa.
Il programma potrebbe subire delle variazioni, ma il sito sarà costantemente aggiornato con gli eventuali cambiamenti.
 
Tutte le informazioni sul sito: www.nottedeiricercatori.tn.it.
La Notte dei Ricercatori è anche su Facebook: https://www.facebook.com/nottericercatori e su Twitter: http://twitter.com/NotteRicercaTN.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni