Home | Esteri | Libia | L'IS, lo «Stato islamico», si sta impadronendo della Libia

L'IS, lo «Stato islamico», si sta impadronendo della Libia

L’ambasciata italiana invita gli italiani a lasciare immediatamente il paese

L’ambasciata italiana in Libia ha invitato i cittadini italiani a lasciare «temporaneamente» il paese.
La crisi in Libia si sta aggravando giorno per giorno a causa dell’avanzare delle milizia jiadiste, che già si sono impadronite della Cirenaica.
Il rientro al momento è possibile con i normali violi di linea, ma l’Egitto - ad esempio - ha dovuto allestire un ponte aereo per evacuare i propri cittadini, particolarmente presi di mira dai miliziani dell'IS.
I fanatici del cosiddetto Stato islamico non hanno perso tempo a minacciare l’Italia, annunciando che non appena si saranno consolidati in Libia si attiveranno per attaccare il nostro paese, verosimilmente con le armi che Gheddafi aveva accumulato.
Ovviamente la situazione non è così drammatica, ma è assai probabile che a questo punto l’Europa debba muoversi concretamente per arginare l’avanzare della inciviltà. L’Italia comunque è sempre pronta per ogni evenienza, a cominciare dall'evacuazione dei cittadini italiani come è stato fatto ai tempi della recente guerra di Libia.
Ripetiamo che la crisi in Iraq e in Libia sono state provocate dalle potenze del Mondo Occidentale che, abbattendo Saddam e Gheddafi, hanno dato il via libera a forze che solo le dittature sapevano tenere sotto controllo.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone