Home | Interno | Concorsi d'arte Vigiliane, vincono Sonia Zaffoni e Toni Venzo

Concorsi d'arte Vigiliane, vincono Sonia Zaffoni e Toni Venzo

I nomi di tutti i vincitori e segnalati di entrambi i settori pittura e scultura

image

Sopra, Guido Malossini tra le opere di Rita Zanvettor (sinistra) e Stefano Ghezzi (a destra).
Sotto, i vincitori Toni Venzo (scultura) e Sonia Zaffoni (pittura).

E' stata la Sala Depero del Grand Hotel Trento a ospitare l'atto conclusivo dell'edizione 2015 delle «Feste Vigiliane», la Festa patronale di Trento che anche quest'anno ha inserito nel proprio articolato programma un doppio appuntamento culturale: il Concorso di pittura «Art&Immagine Città di Trento» e il Concorso di scultura del legno «Premio S. Vigilio».
Alla cerimonia di premiazione dei vincitori, svoltasi il 16 luglio 2015 alle ore 11.30 presso il Grand Hotel, alla presenza degli artisti partecipanti e di un pubblico numeroso, sono intervenuti il Presidente del Comitato Organizzatore, Guido Malossini, l’Assessore alla Cultura del Comune di Trento, Andrea Robol, il Presidente della Fondazione Caritro, Michele Iori, e il Presidente dell’Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia Autonoma di Trento, Roberto De Laurentis, oltre ai componenti delle due distinte giurie chiamate a valutare le opere in gara.
E' toccato al Presidente del Comitato Feste Vigiliane, Guido Malossini, portare il saluto degli organizzatori e ringraziare la Fondazione Caritro che, anche quest'anno ha sostenuto i concorsi e tutti coloro che hanno partecipato alle iniziative.
Per prendere parte al Concorso di pittura «Art&Immagine Città di Trento» gli artisti hanno presentato un’opera a tema libero che è stata oggetto di valutazione, il giorno 19 giugno 2015, di una giuria composta da Gianni Lollis – presidente di giuria, Dario Ghidoni, Maurizio Scudiero e Nicoletta Tamanini.
 

 
I quadri sono stati esposti al pubblico nella serata del 19 giugno 2015 lungo via Garibaldi, via S. Vigilio e via Mazzini.
Oltre al quadro in concorso, ogni artista ha avuto la possibilità di esporre anche altre opere.
Dopo aver visionato le opere e averle attentamente valutate, la giuria ha formulato i seguenti giudizi unanimi che hanno riconosciuto 5 premi e4 segnalazioni.
Il Primo Premio è stato assegnato alla trentina Sonia Zaffoni per l’opera «Stazione di Trento» (foto qui sopra): con un segno gestuale e dinamico l’autrice offre una visione inedita di un luogo, della città di Trento, ritenuto marginale.
 Nel dipinto la stazione diviene un luogo metaforico di vita, di scambi, di incontri, di arrivi e partenze.
In seconda posizione la veronese «Annamaria Grisi» con l’opera «La sedia di mia madre» (foto seguente).
L’opera, realizzata con tecnica polimaterica, suggerisce un’analogia tra materia (frammenti di stoffa) e l’esistenza umana.
Questa sedia è, al tempo stesso, il ricordo e la permanenza.
Terzo premio per Maria Rita Ceriani con il quadro dal titolo «Luoghi», opera squisitamente concettuale in cui l’elaborazione grafica rinvia ai luoghi della memoria e, per questo motivo, ne ripropone la sua levità.

Quarto posto per l’artista Stefano Ghezzi con l’opera «Castello in aria».
In quest’opera colore e segno sono ingegnosi in un dialogo di costruzione e distruzione dell’immagine, perpetuando l’eterna lotta tra caos e ordine.
Quinto premio alla pittrice Rita Zanvettor con l’opera «Affinità culturali»: l’artista suggerisce un’analogia tra la bellezza letteraria e quella umana.
L’opera, realizzata con raffinata tecnica pittorica, è intrisa di sensualità e vitalità.
Segnalati Rosanna Pellegrini con «Feto di Venere marziana», Giuliano Lunelli con «Riflessione con sfere», Camilla Leonardi con un quadro dal titolo «Lo sguardo» e Luciano Ortolani con l’opera «Sogno di primavera».
 
Diversa la modalità di partecipazione al Concorso di scultura del legno «Premio S. Vigilio».
Gli artisti, infatti, hanno realizzato le opere direttamente strada, in Via Garibaldi, partendo da un tronco di legno grezzo di cirmolo delle dimensioni di 90 x 40 cm.
Nel corso delle tre serate in cui si è svolta l’iniziativa, sempre nell'ambito delle Feste Vigiliane, hanno completato le sculture che sono state valutate dalla giuria formata da Pietro Marsilli – presidente di giuria, Maurizio Colorio, Gianni Lollis e Remo Tomasetti.
Anche in questo caso la giuria ha voluto rispettare in pieno i criteri prestabiliti del bando di questo anno che vuole premiare il valore assoluto delle opere realizzate dai partecipanti, assegnando il primo premio al vicentino Toni Venzo con l’opera «Emozioni in viaggio» (foto a pié di pagina), una forma astratta del tutto fluida, latamente antropomorfa, in elegante torsione dinamica.

Il secondo premio è andato al trentino Gianluigi Zeni con l’opera «Risveglio» che raffigura una giovane e bella donna a figura intera elegantemente vestita, con la mano destra tra i lunghi capelli.Terza posizione per il bellunese Paolo Moro con l’opera «Sguardo all’infinito…», una donna seduta su un’alta torre con le mani sulle ginocchia, il vestito mosso da una fine texture, il vento fra i capelli e lo sguardo teso a scrutare il lontano orizzonte.
Di grande impatto etico, e non solo estetico.
Segnalazioni di merito per Florian Grott con «Il guardiano», Luca Pojer con l’opera «Identità e Maschera» e a Renato Borsato con «Carotaggi per nutrire il pianeta».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone