Home | Interno | Bolzano | La Colombia a Bolzano per apprendere know how Brennero

La Colombia a Bolzano per apprendere know how Brennero

La delegazione colombiana vuole conoscere le tecnologie all’avanguardia del tunnel

image


Una delegazione colombiana capeggiata dal Direttore di ANI- Agenzia Nazionale delle Infrastrutture, Luis Fernando Andrade, insieme al commissario del Padiglione della Colombia a Expo Juan Pablo Cavelier, ha visitato oggi la Galleria di Base del Brennero interessata a conoscere le tecnologie all’avanguardia utilizzate per la costruzione del tunnel ferroviario.
La delegazione, ospite del Padiglione della Colombia a Expo, è in Italia per presentare il programma di sviluppo delle Infrastrutture portato avanti dal governo del Presidente Juan Manuel Santos.
Questo programma, strategico per la competitività e lo sviluppo della Colombia, vale oltre 30 miliardi di dollari ed è il più imponente dell’America Latina.

«La visita al tunnel del Brennero è molto interessante perché stiamo pensando di mettere a punto un progetto simile in Colombia per collegare la Valle del Magdalena con la Valle del Rio Cauca per facilitare il trasporto di  merci attraverso la Cordillera Centrale, – ha dichiarato Luis Fernando Andrade, direttore di ANI. – Questo progetto ha molto da insegnarci in termini di tecnologia, ma anche in termini di gestione ambientale e sociale del progetto stesso.»
 
In mattinata la delegazione è stata accolta da Martin Ausserdorfer, sindaco di San Lorenzo e membro del Consiglio di Sorveglianza di BBT, Società Austriaca e Italiana incaricata della realizzazione del tunnel del Brennero che, una volta terminato, diventerà il collegamento ferroviario sotterraneo più lungo del mondo.
Nel pomeriggio la delegazione ha visitato gli stabilimenti del gruppo Leitner di Vipiteno, una delle principali società a livello mondiale che produce impianti funiviari, dove ha incontrato il Presidente del gruppo Anton Seeber.
L’azienda ha già realizzato le cabinovie di Medellin e Cali in Colombia che permettono il collegamento anche dei quartieri più isolati e periferici delle due città.
«Sarebbe molto interessante poter estendere questo sistema di trasporto delle persone anche ad altre città della Colombia – ha concluso Luis Fernando Andrade, – un sistema che si è rivelato molto efficiente per la mobilità urbana.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone