Home | Sapori | Pranzi Natale e Pasqua | Consigli per ritrovare peso forma e benessere psico-fisico

Consigli per ritrovare peso forma e benessere psico-fisico

Secondo l'Associazione dietisti italiani sono da escludere assolutamente le diete troppo drastiche. Bene invece le diete disintossicanti

Dopo le feste natalizie ci troviamo con qualche chilo di troppo e magari anche con qualche malessere, come sensazione di gonfiore e di pesantezza.
A questo punto, la dieta si impone, non solo per tornare al peso forma ma anche per un buon benessere psico-fisico dopo gli eccessi e le abbuffate.
Secondo l'Associazione dietisti italiani sono da escludere assolutamente le diete troppo drastiche, come quelle che contemplano periodi di digiuno, o di saltare i pasti.
Bene invece le diete disintossicanti, che provvedono a purificare il fegato e a ristabilire la corretta composizione della nostra flora intestinale.
In questo caso niente di meglio della classica dieta mediterranea.
 
Sono consigliati in particolare abbondanti porzioni di verdure e frutta, ricchi di fibre, veri e propri spazzini dell’apparato digerente, cereali integrali, pesce, minestre di verdure e legumi.
Ottimi i carciofi, capaci di depurare fegato e cistifellea.
Assolutamente no, secondo la nutrizionista e volto televisivo Sara Farnetti, ad abolire l'olio extra vergine dalle tavole perché «è un alimento indispensabile per la nostra salute, deve trovare posto anche nella dieta di chi vuole controllare il peso corporeo perché migliora il metabolismo e non favorisce l’aumento di peso.»
No anche all'abolizione totale dei carboidrati che «aiutano a dimagrire bene, senza intaccare i muscoli, ma agendo solo sui depositi di grasso», purché non si esageri.
Ok, perciò, ai classici 70 grammi di pasta o riso e ai 50-100 grammi di pane al giorno, meglio se tostato.
 
La dieta mediterranea ha però lo svantaggio di mostrare i suoi effetti in tempi lunghi, ecco perché i pragmatici americani l'hanno messa solo al quarto posto tra le diete indicate dopo le feste.
Secondo US News, che ha raccolto le indicazioni delle più importanti università statunitensi, al primo posto vi sarebbe la dieta Dash messa a punto dal National Heart, Lung and Blood Institute americano per i pazienti con ipertensione, che prevede l'eliminazione dalle tavole di carne rossa e dolci e una limitazione del sale a 2,3 grammi al giorno.
La dieta più curiosa tra quelle segnalate da US News è la Jenny Craig secondo cui bisogna seguire un menù a base di pasti congelati e liofilizzati concepiti dall'omonima nutrizionista.
I primi risultati sono evidenti dopo 28 giorni.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone