Home | Economia e Finanza | Ricerca e innovazione | Sicurezza informatica: una scuola alla FBK per giovani ricercatori

Sicurezza informatica: una scuola alla FBK per giovani ricercatori

Attacco e difesa nel cyberspazio. Privacy dei dati personali. Sicurezza delle applicazioni web. Il trutto alla winter school organizzata dall'8 al 12 febbraio 2016

image

Nell'ambito della sicurezza informatica le aziende sono sempre più attente ad adottare sistemi e tecnologie avanzate e costantemente impegnate verso la sicurezza delle comunicazioni digitali e il contrasto al crimine informatico. I nuovi sistemi di condivisione cloud offrono inoltre molte opportunità, ma anche una serie di problematiche tra cui la gestione dei dati dei cittadini in maniera sicura e rispettosa della privacy, in particolar modo se riferiti all'ambito sanitario.

L'obiettivo della scuola è di formare giovani scienziati in grado di saper affrontare le sfide sulla sicurezza informatica, acquisire conoscenze per superare i rischi derivati dall'utilizzo di nuove tecnologie (ad esempio, il cloud computing, le applicazioni mobili, il Software-as-a-Service) e gestire l'impatto di questi cambiamenti nel settore industriale.
La FBK, con il proprio gruppo di ricerca Security & Trust, guidato da Alessandro Armando, ha coinvolto nell'organizzazione della scuola l'azienda SAP (leader mondiale di soluzioni informatiche per l'automazione delle imprese) e Poste Italiane (sponsor e partner del laboratorio Cyber Security Innovation Lab condiviso con FBK su tematiche affini) e ottenuto il patronato del Laboratorio Nazionale di CyberSecurity del Consorzio Interuniversitario Nazionale per l'Informatica (CINI), di cui la stessa unità Security & Trust fa parte.
 
Per partecipare alla scuola, sostenuta dal progetto UE Marie Curie «SECENTIS», sono stati selezionati 28 ricercatori (di cui 6 giovani donne) provenienti da tutta Europa e da tutto il mondo, tra cui Iran, Brasile, Turchia, Indonesia.
Tra i docenti si distinguono Sandro Etalle, professore a Eindoven, fondatore della startup SecurityMatters e uno degli autori dell'agenda olandese sulla cybersecurity; Stefano Di Paola, consulente sulla sicurezza informatica e fondatore di Minded Security, nonché direttore dell'OWASP Italian Chapter e Anders Moller, giovane professore con una borsa di studio ERC e vari premi ricevuti da IBM, Google e ACM.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone