Home | Esteri | Libia | Libia, gli ostaggi italiani sono in volo per l’Italia

Libia, gli ostaggi italiani sono in volo per l’Italia

Inutili ore di attesa per oscuri motivi delle autorità locali – E resta l’incertezza sulla restituzione delle salme

Filippo Calcagno e Gino Pollicardo sono in viaggio per l’Italia.
Ma anche questa ultima fase della vicenda che ha visto la morte di due tecnici italiani e la salvezza di altri due è significativa dell’ambiente in cui dovrebbe muoversi l’Italia nel caso di un intervento armato per riportare l’ordine della sovranità popolare in Libia.
I ritardi che Calcagno e Pollicardo hanno patito prima di poter partire per l’Italia sono dovuti a misteriose necessità delle autorità locali che per qualche ragione hanno stentato a lasciarli andare.
Ci sono voci di ultime richieste di danaro a fronte del loro rilascio, ma non si è in grado né di smentirle né di confermarle.
Ancora più misterioso il motivo per cui le salme dei due tecnici deceduti, Failla e Piano, non sono ancora in viaggio per l’Italia. Anche in questo caso circolano le stesse voci tendenziose di oscuri interessi dell’ultimo momento.
Questa è la Libia che dovremmo aiutare militarmente, mettendo a rischia la vita dei nostri ragazzi.
Ma intanto godiamoci la notizia che i due sopravvissuti arrivino in Italia.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone