Home | Esteri | Libia | Libia, la ministro Pinotti: «Sì alle basi contro il terrorismo»

Libia, la ministro Pinotti: «Sì alle basi contro il terrorismo»

«L’attività condotta dalle forze statunitensi si sviluppa in piena coerenza con la Risoluzione delle Nazioni Unite N° 2259 del 2015»

La Ministro Pinotti ha risposto all’interrogazione presentata dall'onorevole Moscatt sul coinvolgimento attuale e futuro del nostro Paese nelle azioni aeree portate avanti dagli Usa contro i militanti dell’ISIS a Sirte.
«Il Governo è pronto a considerare positivamente – ha affermato il Ministro Pinotti – un eventuale utilizzo delle basi e degli spazi aerei nazionali a supporto dell’operazione, dovesse tale evenienza essere ritenuta funzionale ad una più efficace e rapida conclusione dell’azione in corso.
«Il Governo ritiene che il successo della lotta tesa alla eliminazione delle centrali terroristiche dell’ISIS in Libia – ha continuato il Ministro – sia di fondamentale importanza per la sicurezza non solo di quel Paese, ma anche dell’Europa e dell’Italia.»
 
L’Italia è, infatti, fin dall’inizio convintamente parte della lotta anti-ISIS e con altrettanta determinazione sostiene come fondamentale il coinvolgimento diretto e attivo delle popolazioni e dei Governi locali nella lotta al terrorismo cui dare, su specifica richiesta, il necessario supporto.
«Tale richiesta di supporto emerge chiaramente dalle parole del Presidente Serraj – ha ricordato il Ministro Pinotti – che nell’affermare l’adesione della Libia alla Coalizione anti-ISIS dichiara che “tutte le Nazioni non devono lasciare i giovani libici combattere da soli questo nemico e al posto loro”, reiterando inoltre il suo “apprezzamento e considerazione per tutte le Nazioni che daranno supporto alla Libia in questa impresa”».
Per tali ragioni, il Governo mantiene aperta una linea di dialogo diretta e assidua sia con la controparte libica sia con gli alleati americani, per verificare lo sviluppo della operazione e le eventuali esigenze di supporto indiretto.
 
«L’attività condotta dalle forze statunitensi si sviluppa in piena coerenza con la Risoluzione delle Nazioni Unite N° 2259 del 2015 – ha infine ricordato il Ministro – e in esito a una specifica richiesta di supporto formulata dal legittimo Governo Libico per il contrasto all’ISIS nell’area di Sirte».
Concludendo il Ministro ha sottolineato come «l’azione americana sarà limitata nel tempo e nell’area di operazioni, non prevede l’utilizzo di forze a terra ed è circoscritta a consentire alle forze libiche di sconfiggere con successo le forze terroristiche nella zona di Sirte».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone