Home | Sapori | Sabato 17 dicembre, in occasione della giornata «Scuola Aperta»

Sabato 17 dicembre, in occasione della giornata «Scuola Aperta»

La Strada del Vino e dei Sapori si muove con l'Enaip di Tesero per promuovere le eccellenze del territorio

image

>
Trasferire ai futuri operatori di sala-bar la cultura e le caratteristiche organolettiche dei vini testimonial del territorio in modo che, una volta entrati nel mondo del lavoro, sappiano veicolare queste informazioni nel modo corretto ai consumatori finali: questo l'obiettivo del progetto pilota che per il primo anno la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino ha intrapreso con la classe seconda accoglienza e ospitalità del C.F.P. Enaip di Tesero.
Un percorso integrativo scolastico che ha previsto un graduale avvicinamento al mondo del vino e ai relativi abbinamenti da un punto di vista culturale e organolettico, escludendo la degustazione, vista l'età degli studenti.
Il corso, che ha coinvolto un totale di 15 ragazzi coordinati dai professori Francesco Micheletti e Angelo Scarangella, è stato strutturato in tre fasi.
Durante la prima parte, la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino ha illustrato agli studenti le proprie attività e la propria mission orientata alla promozione del territorio: in questo specifico caso, attraverso la valorizzazione dei vini testimonial ovvero Teroldego Rotaliano, Marzemino, Nosiola e Vino Santo, Müller Thurgau e Trentodoc.
 
In seconda battuta, è stata coinvolta l'ONAV - Sezione di Trento, Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino, che, grazie alla collaborazione di Gianfranco Betta e Luca Miorandi, ha guidato i ragazzi in un percorso didattico-formativo che comprendeva anche l'analisi sensoriale delle varie profumazioni caratteristiche del vino, oltre a quella dei formaggi e degli oli di oliva.
Infine, la tappa sul campo con una visita guidata di tre diverse realtà produttive animate da differenti approcci al mondo del vino e al mercato: l'azienda agricola Pojer e Sandri, il gruppo Mezzacorona e la Fondazione Edmund Mach-Istituto Agrario di San Michele all’Adige, per un’analisi incentrata sui temi di ricerca, innovazione, formazione, sviluppo.
«Siamo davvero felici del progetto avviato con la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino - ha dichiarato Francesco Micheletti - poiché è stata una dimostrazione di come i ragazzi, se adeguatamente stimolati e resi partecipi attivi di un'esperienza alternativa di studio con ricadute concrete nella vita reale, sappiano tirare fuori il meglio.»
«Il vino è certamente un universo altamente affascinante - ha dichiarato Luca Miorandi, delegato provinciale ONAV - ma comunque non ci aspettavamo di trovarci di fronte una classe così attenta e matura. Fin da subito, gli studenti hanno approcciato il progetto in modo professionale per poterne trarre il massimo dei benefici per la loro futura vita lavorativa.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook
Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni