Home | Sapori | Quale futuro per la pizza di qualità? Se ne parla a Napoli il 6 febbraio

Quale futuro per la pizza di qualità? Se ne parla a Napoli il 6 febbraio

Nella seconda edizione il consessus internazionale dedicato alla pizza cercherà di individuare la miglior pizza tra quella napoletana, la classica o gourmet

image

>
Dopo il successo della prima edizione di Pizza Formamentis, torna l’appuntamento con il consessus internazionale interamente dedicato alla pizza napoletana che - dopo aver approfondito il tema della cottura - quest’anno si interrogherà sul tema «Napoletana, classica o gourmet. Quale futuro per la pizza di qualità?».
Spazio, poi, anche alle farine: varietà, utilizzo e resa saranno al centro degli interventi di relatori scelti tra i migliori del settore.
Si svolge a Napoli, lunedì 6 febbraio, presso Città della Scienza, il secondo convegno scientifico organizzato da Formamentis in collaborazione con Luciano Pignataro Wine Blog e Lsdm (Le strade della mozzarella) per proseguire l’approfondimento dell’evoluzione pizza napoletana, il piatto italiano più amato e conosciuto al mondo che continua a vivere uno straordinario momento di espansione quantitativa e qualitativa.
 
Anche quest’anno storici, antropologi, professori universitari, giornalisti, comunicatori, esperti, rappresentanti delle associazioni e alcuni dei migliori maestri pizzaioli si incontreranno per un libero confronto riflettendo sul prodotto e sulle sue varie declinazioni andando poi a concentrarsi sulle farine.
Quali sono le prospettive per la pizza napoletana e per la sua corretta e massima valorizzazione? Che tipo di contributo possono dare le associazioni di categoria?
Quali sono le novità introdotte dalla presenza di numerosi e promettenti giovani pizzaioli?
 
Questi gli input che daranno vita alla prima sessione di lavori. La discussione si allargherà poi alla materia prima per eccellenza tra opinioni e pareri contrapposti in un momento in cui il dibattito è particolarmente acceso.
Quali sono le migliori farine? Quale è il miglior impiego a seconda delle esigenze? In che modo è possibile valorizzare al meglio le diverse varietà di farine? È il momento di aggiornare il disciplinare europeo in materia?
Interrogativi a cui professionisti ed esperti del settore proveranno a rispondere per fare un ulteriore passo in avanti in quella che è ormai a tutti gli effetti una riflessione permanente sugli assi portanti dell’economia campana in campo agroalimentare avviata lo scorso anno.
 
Il programma dettagliato dell’evento - completamente gratuito e sponsor free - è scaricabile al sito www.pizzaformamentis.it.
Per seguire i lavori è necessario accreditarsi direttamente sul sito dal 7 gennaio 2017 e attendere la mail di conferma dell’accredito.

Condividi con: Post on Facebook Facebook
Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi