Home | Economia e Finanza | Indagine trimestrale sulla congiuntura in provincia di Trento

Indagine trimestrale sulla congiuntura in provincia di Trento

Complessivamente positivo il 2016, ma permangono le preoccupazioni per il 2017 – Nel 4° trimestre cresce la domanda, calano le esportazioni, stabile l’occupazione


 
Il riepilogo dei risultati dell’indagine sulla congiuntura economica in provincia di Trento, relativi al 4° trimestre dell’anno scorso ed elaborati dall’Ufficio studi e ricerche dell’Ente camerale, rileva che il fatturato complessivo realizzato dalle imprese trentine prese in esame aumenta dello 0,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Si tratta di una variazione positiva e decisamente più contenuta rispetto a quelle dei primi tre trimestri dell’anno.
Persistono parziali segnali positivi riguardanti l’andamento della domanda interna anche se, a fronte di un aumento della domanda locale del 2,3%, si evidenzia una debole contrazione di quella nazionale (-1,0%).
Il dato del fatturato estero si caratterizza invece per una moderata contrazione del 3,8% rispetto al quarto trimestre 2015 e conferma la dinamica complessivamente negativa che ha segnato il 2016.
 

 
I settori che si connotano per delle variazioni tendenziali del fatturato sensibilmente positive sono il commercio al dettaglio (+9,1%), il commercio all’ingrosso (+6,9%) e i trasporti (+5,9%). Il settore estrattivo e i servizi alle imprese presentano una situazione di sostanziale stabilità.
Il primo si caratterizza per una lieve crescita del fatturato (+1,1%), mentre il secondo presenta una leggera contrazione (-1,0%).
Presentano invece una dinamica decisamente negativa il manifatturiero (-3,9%), che risente della contrazione dell’export, e le costruzioni (-5,7%).
 

 
L’occupazione, dopo avere evidenziato delle timide variazioni positive nei mesi centrali dell’anno, in quest’ultimo trimestre registra una dinamica sostanzialmente stagnante (-0,1%).
Rimane decisamente negativa la situazione occupazionale presso i settori dell’estrattivo e delle costruzioni e presso le unità di più piccola dimensione.
Nel periodo esaminato, la variazione tendenziale della consistenza degli ordinativi risulta leggermente positiva (+0,6%), anche se l’intensità del “segno più” non è tale da presupporre effettivi cambiamenti di tendenza nei prossimi mesi.
I giudizi degli imprenditori sulla redditività e sulla situazione economica dell’azienda evidenziano invece una situazione simile a quella del trimestre precedente e in deciso miglioramento rispetto allo scorso anno.
 

 
«Per quanto riguarda il nostro Paese – ha commentato Giovanni Bort, Presidente della Camera di Commercio di Trento – si prevede che il dato di crescita del PIL nel 2016 si collocherà attorno all’1%.
«La buona notizia, quindi, è che la cosiddetta ‘ripresa’ sembra proseguire; quella cattiva è che i tassi di crescita si mantengono su livelli ancora troppo bassi, anche in confronto con altre economie europee a noi vicine.
«Tali valori di crescita non sembrano sufficienti ad alleviare le conseguenze di carattere sociale prodotte dalla crisi recente, né tantomeno ad alimentare un’offerta di lavoro già stimolata con interventi specifici ma, di fatto, inferiore alle attese.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone