Home | Interno | Riva Arco Torbole | Il Garda Trentino diventa set cinematografico

Il Garda Trentino diventa set cinematografico

La sponda nord del lago è stata nei giorni scorsi la splendida location per le riprese del film indiano «Katamarayudu». E presto si replica con altri progetti

image

>
Gli scenari del Garda Trentino sono il paradiso dell’attività Outdoor, ma recentemente sono diventati anche un affascinante set cinematografico per alcune riprese del film indiano intitolato «Katamarayudu», che uscirà alla fine di marzo nelle sale del paese asiatico e in molti altri paesi del mondo.
La produzione, coordinata da Odu Movies, con la collaborazione di Trentino Film Commission, per la parte di riprese che sono state effettuate in Garda Trentino e nel territorio provinciale, ha lavorato dal 6 all’11 marzo.
Tra i set scelti, il lungo lago/area Sabbioni (tradizionale meta di rilassanti passeggiate e zona balneare di Riva del Garda), mentre altre riprese in Trentino sono state effettuate a Castel Thun, a Castel Beseno e alle Viote del Monte Bondone.
Odu Movies, casa di produzione cinematografica nata a Lucca nel 2010 che lavora con clienti indiani e cinesi, ha apprezzato le location e l’assistenza ricevuta per la troupe sul territorio.
 
Per questo ha già proposto il Garda Trentino e le località della provincia trentina ad altre produzioni asiatiche, mentre è già stabilito che Odu Movies nel corso di quest’anno tornerà per le riprese di altri due progetti cinematografici.
Riva del Garda e gli altri set della provincia trentina sono stati le scenografie della parte musicale del film «Katamarayudu»: i video, infatti, nella cinematografia indiana vengono tradizionalmente inseriti all’interno del film e ricoprono un ruolo fondamentale nella promozione della pellicola.
Il lungometraggio, che vede protagonisti i due notissimi attori indiani Pawan Kalyan e Shruti Hassan, uscirà nelle sale in India entro un paio di settimane.
Ma le canzoni saranno disponibili sul web con qualche giorno di anticipo, proprio per fare da traino e scatenare l’attesa del pubblico.
 
Per trovarle online basterà cercarle con le parole chiave «Katamarayudu songs».
L’immagine del Garda Trentino, grazie a questa pellicola, e al relativo battage in rete e sui social predisposto dalla produzione, sarà visibile a una moltitudine di utenti.
Lo confermano alcuni dati diffusi dalla produzione: il teaser del film, uscito in 4 febbraio 2017, è stato il più veloce nella storia cinematografica indiana a raggiungere 1 milione di visualizzazioni su Youtube, in appena un’ora e 50 minuti, mentre ad oggi è ben oltre la soglia dei 10 milioni di visualizzazioni.
Il film, e di conseguenza il panorama del Garda Trentino, si prevede saranno visti da almeno 50 milioni di persone in tutto il mondo.
 
In particolare nello stato indiano del Telangana, oltre a Stati Uniti, Regno Unito, Australia, Unione Europea e Canada, paese dove vive una grande comunità Telugu.
L’uscita è prevista in 800 sale cinematografiche, cui seguirà nel 2018 la trasmissione in tv, con la possibilità di raggiungere un pubblico potenziale di almeno 100 milioni di spettatori.
Per Garda Trentino, dopo i successi dei film italiani e stranieri girati negli scorsi anni (tra i quali La felicità è un sistema complesso, Il rumeno, Zazy), un ulteriore incontro tra natura, scenari irripetibili e mondo del cinema.
Sembra solo l’inizio del cammino verso un ruolo da protagonista dell’industria cinematografica di Bollywood.

Condividi con: Post on Facebook Facebook
Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni