Home | Esteri | Europa | Il presidente Bruno Dorigatti ieri e oggi a Bolzano

Il presidente Bruno Dorigatti ieri e oggi a Bolzano

Consigli regionali: i presidenti ragionano di Europa e rilancio del regionalismo


 
Il presidente del Consiglio provinciale di Trento, Bruno Dorigatti, ha sottoscritto oggi l’allegata «dichiarazione della Conferenza delle assemblee regionali, in occasione del 60° anniversario della firma dei trattati di Roma», fondativi dell’unità europea.
Si tratta di un documento dei presidenti, che sottolinea e ribadisce l’aspettativa dei Consigli regionali italiani in ordine alla difesa dei traguardi fin qui raggiunti dall’integrazione europea e al rafforzamento delle istituzioni comunitarie, nella direzione di una Unione europea che sia tale anche sotto il profilo politico oltre che monetario ed economico.
 
Il ragionamento comune è stato delineato tra ieri e oggi nella sede del Consiglio provinciale di Bolzano, dove ha preso l’avvio - parallelamente a un altro evento a Salerno - l’iniziativa Reflecting on Europe, un ampio processo di ascolto dei territori e dei cittadini voluto dal Comitato europeo delle Regioni (prossimi appuntamenti in Finlandia e in Portogallo).
Stamane la discussione pubblica si è sviluppata a partire dal libro bianco sul futuro dell’Europa, che il presidente della Commissione Ue, Jean Claude Juncker, ha diffuso in vista del 25 marzo (quando a Roma i 27 leader degli Stati Membri dell’Ue si riuniranno per celebrare i 60 anni dell’Unione) e del suo atteso discorso sullo stato dell’Unione stessa, fissato per il prossimo settembre.
 
Il libro bianco propone 5 possibili scenari futuri: proseguire con gli attuali assetti istituzionali; concentrarsi sul mercato unico e abbandonare le ambizioni di un’integrazione politica tra gli Stati europei; avvio di un’Europa a più livelli, in cui chi vuole di più lo possa fare con i partner disponibili; fare meno ma in modo più efficiente, con un dichiarato arretramento dell’unità continentale; fare molto di più insieme, opzione ambiziosa e di difficilissima percorribilità politica.
 
Al convegno bolzanino - contemporaneo alla Conferenza dei presidenti dei Parlamenti Ue in Senato a Roma - hanno partecipato anche il vicepresidente del Consiglio regionale, Lorenzo Ossanna, i membri del suo Ufficio di Presidenza, Pietro De Godenz e Giacomo Bezzi, e i consiglieri provinciali Manica, Tonina e Passamani.
Ieri sera questo incontro pubblico è stato preceduto da una riunione tecnica dei presidenti dei Consigli delle Regioni e Province a Statuto speciale, coordinata dal presidente sardo Gianfranco Ganau.
I presidenti – tra cui Dorigatti – ragionano in particolare sugli scenari che per le istanze regionaliste e autonomiste si sono dischiusi dopo la bocciatura del referendum costituzionale voluto da Renzi.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone