Home | Sport | Sport invernali | Curling, l'Italia ai Mondiali femminili di Pechino

Curling, l'Italia ai Mondiali femminili di Pechino

Parte domani in Cina la settimana dedicata alla rassegna iridata 2017: al via anche le azzurre guidate da Violetta Caldart

image

Chiara Olivieri, Arianna Losano, Denise Pimpini, Veronica Zappone, e Diana Gaspari.
 
La stagione del curling tocca il suo apice: parte domani a Pechino la settimana dei Mondiali femminili 2017, rassegna che vedrà impegnata anche l'Italia e che si terrà per la prima volta nella sua storia in terra cinese.
Dodici squadre in corsa per inseguire il titolo iridato e per avvicinare la qualificazione ai Giochi Olimpici Invernali di Pyeongchang 2018.
Quella che si appresta a gareggiare sul ghiaccio di Pechino, guidata dall'allenatrice Violetta Caldart, è una formazione tricolore assai diversa rispetto a quella che chiuse ottava, lo scorso novembre, agli Europei di Braehead (Scozia): insieme a Chiara Olivieri (seconda, Tofane Cortina), unica confermata, ci saranno infatti Diana Gaspari (skip, Lagosanto Cembra), Veronica Zappone (terza, 3S Luserna), Arianna Losano (lead, 3S Luserna) e Denise Pimpini (alternate, Draghi Torino).
 
L'Italia se la vedrà contro Canada, Cina, Repubblica Ceca, Danimarca, Germania, Corea del Sud, Russia, Scozia, Svezia, Svizzera e Stati Uniti: questa di Pechino è l'ultima opportunità per guadagnare punti olimpici che garantirebbero un accesso diretto ai Giochi del 2018, dove saranno dieci le squadre pronte a contendersi il titolo olimpico.
Dopo la rassegna iridata, infatti, le prime sette nazioni del ranking internazionale otterranno la qualificazione diretta a Pyeonchang 2018, dove sarà presente per diritto anche il Paese ospitante (la Corea del Sud), mentre gli ultimi due posti disponibili saranno assegnati nel prossimo mese di dicembre nel Torneo Preolimpico in cui si affronteranno le migliori formazioni femminili (tra quelle rimaste) che hanno preso parte ad almeno una delle ultime quattro edizioni dei Mondiali (l'Italia è già certa di partecipare qualora la rassegna di Pechino non andasse nel verso sperato).
 
La squadra tricolore è attesa in Cina da un impegno molto duro, contro avversarie di altissimo livello. L'obiettivo delle azzurre, attualmente dodicesime nel ranking mondiale, potrebbe essere dunque quello cominciare a migliorare quanto fatto l'anno scorso, quando chiusero al 12° posto conquistando un solo punto, senza però porsi limiti e dando il massimo in ogni incontro.
 
 Il programma delle gare delle azzurre (ora italiana) 
Sabato 18 marzo
Ore 06.00: Italia–Svezia
 
Domenica 19 marzo
Ore 02.00: Italia–Scozia
Ore 12.00: Corea del Sud–Italia
 
Lunedì 20 marzo
Ore 07.00: Repubblica Ceca–Italia
Ore 12.00: Italia–Stati Uniti
 
Martedì 21 marzo
Ore 07.00 Russia–Italia
Ore 12.00 Italia–Germania
 
Mercoledì 22 marzo
Ore 02.00: Italia–Svizzera
Ore 07.00: Cina–Italia (visibile sul canale Youtube della Federazione Internazionale)
 
Giovedì 23 marzo
Ore 02.00: Italia–Canada (visibile sul canale Youtube della Federazione Internazionale)
Ore 12.00: Danimarca–Italia

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone