Home | Interno | È la tradizionale Festa di Primavera dei Trentini

È la tradizionale Festa di Primavera dei Trentini

Al via la 71ª edizione della Mostra Mercato dell'Agricoltura di Trento

image

>
Torna la Mostra Mercato dell'Agricoltura, da 71 anni parte della storia della città di Trento: un evento atteso dal capoluogo per festeggiare l'arrivo della primavera.
Sabato 18 e domenica 19 marzo, dalle 8 alle 19, i padiglioni di Trento Fiere apriranno le porte a visitatori e tecnici del settore. Si prevede anche per quest'anno un'affluenza di 30 mila persone.
Variegata, come sempre, la tipologia degli espositori, circa 150, e dei prodotti esposti nei due giorni di fiera e dislocati tra spazi esterni ed interni.
In mostra macchinari e attrezzi per l'agricoltura, per il giardinaggio e l'allevamento, uno spazio dedicato alle piante officinali, aromatiche e alle piante grasse, prodotti d'artigianato.
E ancora stand gastronomici, l'area dei laboratori per bambini, e, per la gioia di quest'ultimi, l'immancabile polo zootecnico con mucche, cavalli, capre, maiali, conigli.
Al piano seminterrato ritorna, inoltre, Domo 2017, fiera dedicata all'edilizia, al risparmio energetico e alle nuove tecnologie.
«Perseguire la qualità, ridurre gli sprechi alimentari, valorizzare le tradizioni» è il tema di questa edizione della Mostra Mercato.
Il focus sarà sui cerali di montagna, dalla terra alla tavola, dal grano ai suoi prodotti come la pasta e il pane.
Il prezzo d'ingresso è 2,00 Euro, gratuito per ragazzi fino ai 12 anni.
 

 
 Il tema di questa edizione 
La Mostra dell'Agricoltura si estende su uno spazio di 10 mila metri quadrati. Come nelle scorse edizioni, nel padiglione interno, al piano rialzato, enti istituzionali, associazioni e alcuni artigiani e commercianti espongono le proprie attività, abilità e prodotti.
La Provincia autonoma di Trento con l'Istituto di formazione Professionale Alberghiero di Rovereto, la Fondazione Edmund Mach e la Fondazione Bruno Kessler saranno presenti alla 71° mostra dell'Agricoltura con uno stand dedicato al tema «Perseguire la qualità, ridurre gli sprechi alimentari, valorizzare le tradizioni».
In un'area di circa 300 metri quadrati verranno trattati i vari aspetti che concorrono a definire l'obiettivo dell'azione provinciale. Attraverso vari strumenti di comunicazione e l'organizzazione di eventi in collaborazione con esperti del settore e l'Associazione Goever cereali del Trentino, i visitatori potranno acquisire informazioni, degustare i prodotti del territorio, partecipare ai momenti di approfondimento e reperire pubblicazioni e materiale divulgativo.
Varie iniziative sono state intraprese per la promozione della qualità dei prodotti trentini, attraverso l'utilizzo del marchio «Qualità Trentino» e per il miglioramento della qualità ecologica -ambientale, sociale, nutrizionale, sensoriale, igienica e tecnologica delle produzioni locali. Inoltre, l'obiettivo della «riduzione degli sprechi alimentari» è stato reso effettivamente perseguibile dall'approvazione a livello nazionale della legge n. 166 del 19 agosto 2016 sulla donazione e la distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi, e dai numerosi progetti realizzati da enti ed associazioni.
 

 
In alcune aree del Trentino, un tempo considerate marginali, si stanno sviluppando iniziative per il recupero dei terreni alla coltivazione di prodotti diversificati, favorendo il carattere multifunzionale dell'agricoltura di montagna.
Ne sono un esempio i progetti finalizzati alla reintroduzione della coltivazione dei cereali di montagna e per la costituzione di filiere produttive per la valorizzazione della materia prima (molitura, panificazione, produzione di birra artigianale). Progetti, questi, che stanno riscuotendo l'interesse di produttori e consumatori.
Lo stand sarà allestito con pannelli illustrativi sui temi della qualità dei prodotti, sulla riduzione degli sprechi alimentari, sui progetti per la valorizzazione delle tradizioni come la reintroduzione dei cereali di montagna.
Sotto il cappello «Mangiando si impara», è previsto poi un ricco calendario di degustazioni e interventi didattici: in un'area riservata dello stand, appositamente allestita, i visitatori potranno, previa prenotazione, partecipare alle degustazioni e apprendere, grazie ad esperti della Fondazione E. Mach, della Fondazione B. Kessler e dell'Associazione Goever Cereali del Trentino, informazioni sugli alimenti somministrati e sui temi trattati. La sequenza delle degustazioni ripercorrerà i vari ambiti territoriali del Trentino. Per ogn'uno di essi verranno proposti i prodotti caratteristici della tradizione locale.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone