Home | Arte e Cultura | Teatro | «Night Garden»: con creature luminescenti e acrobazia

«Night Garden»: con creature luminescenti e acrobazia

Antony Heinl approda al Teatro Sociale di Trento per la chiusura di stagione

image

>
La stagione InDanza 2016/2017 del Centro Servizi Culturali S. Chiara chiude con un appuntamento per tutta la famiglia in cui fantasmagorici giochi luci, danza e acrobazia si incontrano nel mondo magico di Antony Heinl.
«NIGHT GARDEN», che sarà in scena al Teatro Sociale di Trento giovedì 20 aprile 2017 è l’ultimo lavoro del coreografo e regista americano per il suo Evolution Dance Theater.
Danzatore e interprete in grandi compagnie internazionali, con esperienza pluriennale nei Momix, il gruppo di intrattenimento atletico-poetico più blasonato del mondo, Antony Heinl ha riprodotto in Italia con originalità gli insegnamenti del maestro Moses Pendleton.

Lasciata infatti la celeberrima compagnia americana nel 2006, Heinl si trasferisce a Roma e fonda, nel 2008, Evolution Dance Theater, ensemble in cui viene abbandonato ogni pregiudizio disciplinare tra danza, acrobazia, arte visiva, illusionismo, giochi di luce e marchingegni teatrali e tecnologici.
Caratteristica del lavoro di Antony Heinl è la capacità di trasportare lo spettatore in mondi altri, dove prendono vita creature mai viste.
E' così che in soli dieci anni ha conquistato il pubblico, grazie alla sua primitiva voglia di giocare e fantasticare.
Nel repertorio di Evolution Dance Theater già tre lavori di successo: Black & Light, Electricity e FireFly creato per la Compagnia di Danza del Maggio Musicale Fiorentino su invito di Vladimir Derevianko, a cui si è aggiunto recentemente The Magic of Light per la Disney Cruise Lines.
Lo spettacolo proposto per la chiusura di stagione è la sua ultima fantasia.
 

 
In «NIGHT GARDEN», sotto la luce della luna, il mondo si riposa e il sogno prende forma.
Creature bioluminescenti si svegliano e giocano in una nuova dimensione incandescente dove le ombre hanno colore, il paesaggio è in continua trasformazione e le leggi della natura si sovvertono.
«Vi è un momento onirico - spiega Heinl - tra il giorno e la notte, che trasforma il paesaggio e le sensazioni. Questo cambiamento di luce risveglia i nostri istinti più primitivi.»
Nasce da questo risveglio lo spettacolo totalizzante di Heinl: creativity in motion è il termine con cui l’autore definisce il suo stile frutto di molte preparazioni e di sapienza registica.
 
Luminescenze mobili, filamenti di tessuto illuminati da neon e led, lampade in resina o UV definiscono le sagome delle creature avvolte nel buio che conquistano il giardino notturno del coreografo in cui risuonano i pezzi più famosi dei Radiohead e dei Massive Attack insieme a molti altri.
Giovedì 20 aprile il sipario del Teatro Sociale di Trento si aprirà su «NIGHT GARDEN» alle 20.30.
Lo spettacolo sarà preceduto alle ore 18.00 nella Sala Medievale di Palazzo Festi da «Foyer della Danza», occasione di reflessione e approfondimento condotta da Paola Carlucci, realizzata in collaborazione con il CID – Centro Internazionale della Danza di Rovereto.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone