Home | Interno | Ultima sfida per le giovani promesse delle scienze

Ultima sfida per le giovani promesse delle scienze

Venerdì 21 aprile scuole in gara per la prova decisiva di «Trentino Young Scientist Challange» (TYSC) e la proclamazione del gruppo vincitore

Saranno le due scuole secondarie di 1° grado Bresadola di Trento e dell’Argentario di Cognola, l’istituto comprensivo di Levico Terme e l’istituto comprensivo Mezzolombardo-Paganella con il plesso della scuola Eccher dell'Eco a disputare la finale di «Trentino Young Scientist Challange» (TYSC), il progetto giunto alla terza edizione e che si pone l’obiettivo di avvicinare studenti e studentesse al mondo scientifico attraverso il learning by doing (imparare facendo).
Da dicembre al mese scorso giovani ricercatori e ricercatrici dell’Ateneo di Trento e della Fondazione Bruno Kessler hanno realizzato nelle scuole laboratori con ragazze e ragazzi delle classi III per favorire il loro avvicinamento al mondo scientifico attraverso l’esperienza diretta.
Studenti e studentesse hanno quindi preparato dei progetti sperimentali lavorando in piccoli gruppi con il supporto di loro insegnanti.
È seguito un «open day» di presentazione dei progetti per ogni scuola coinvolta, dove sono stati selezionati i migliori progetti da parte di una giuria di esperti/e del territorio.
 
I progetti selezionati in ogni scuola verranno ora presentati nell’evento finale.
La finale sarà venerdì 21 aprile dalle 15 alle 17.30 al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento (Via Tommaso Gar, 14).
Si comincia con la visione dei progetti riservata alla giuria. Quindi alle 16.30 l’apertura a genitori e pubblico e alle 17 premiazione del gruppo vincitore.
Sono attesi l’assessora provinciale all’università, ricerca e pari opportunità Sara Ferrari, il rettore dell’Università di Trento Paolo Collini e la prorettrice all’equità e alla diversità Barbara Poggio.
 
«Trentino Young Scientist Challenge» è promossa dall’Università di Trento con il supporto dell’Assessorato all’università, ricerca e pari opportunità della Provincia autonoma di Trento sul modello della competizione internazionale Young Scientist.
Dalla partecipazione al progetto ci si aspetta che studenti e studentesse acquisiscano una maggiore familiarità con il mondo scientifico, con il lavoro di gruppo e i rapporti interpersonali e comprendano il metodo sperimentale tramite l’esperienza diretta.
L’iniziativa si caratterizza anche per una specifica attenzione trasversale al superamento degli stereotipi di genere, promuovendo l’avvicinamento delle ragazze a discipline come la scienza, la tecnologia, l’ingegneria e la matematica.
Il progetto – che dovrà rispondere almeno a un criterio tra creatività, innovazione, comunicazione o metodologia scientifica – dovrà essere accompagnato da una documentazione appropriata per la presentazione pubblica e un breve documento di spiegazione.

Condividi con: Post on Facebook Facebook
Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni