Home | Eventi | «eTNo» - Festival dell’etnografia del Trentino, V edizione

«eTNo» - Festival dell’etnografia del Trentino, V edizione

Tradizioni popolari a confronto: il «Polo dell’Etnografia» 22-23 aprile 2017

image

 
Nelle giornate di sabato 22 e domenica 23 aprile, per il 5° anno consecutivo, il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina promuove il Festival dell’Etnografia del Trentino.
Questo gradito e sempre affollato evento di primavera, destinato in primo luogo ai residenti, alle famiglie, a chi sul territorio opera e lavora, ricalca in modo esplicito i tanti festival tematici che impegnano le piazze di mezza Italia (Filosofia, Letteratura, Matematica, Economia...), con un concetto sempre più familiare al grande pubblico, quello di «Etnografia», che vuol dire semplicemente: «le tradizioni popolari del territorio, e il loro studio.»

Ecco quindi una due giorni molto intensa con proposte musicali, artistiche, d’artigianato, cinematografiche, teatrali, didattiche, gastronomiche: complessivamente, una settantina di proposte diverse, a cura di altrettanti soggetti locali, piccoli musei, aziende agricole, associazioni, gruppi di volontari.
Una vetrina assolutamente privilegiata sulle cento e cento iniziative che, ai quattro angoli del territorio, si sono poste il compito di ritornare a comprenderlo, di ritrovarlo, di riqualificarlo.
 

 
In questa prospettiva, il concetto stesso di «etnografia» appare pertanto completamente emancipato da quel tanto di leziosaggine della popolaresca di un tempo e del folk di maniera, per entrare direttamente nei processi che orientano il governo minuto del territorio, le sue scelte, la sua cultura quotidiana.
Non a caso, infatti, si è fatto un gran parlare, nel Trentino di questi ultimi mesi, del cosiddetto «Polo dell’Etnografia», una rete di un centinaio di soggetti che comprende musei minori e maggiori, piccoli opifici riallestiti a beneficio del pubblico, ecomusei, associazioni: una realtà importante, della quale il Trentino può certamente farsi qualche vanto. 

Si è anche parlato del «Polo dell’Etnografia» quale possibile punto di riferimento nella riorganizzazione del comparto museale: a questo proposito, quali che siano gli esiti di un riconoscimento istituzionale ancora in itinere, il Festival dell’Etnografia dimostra che il «polo» in effetti già esiste, con una quantità importante di attività in essere – piccole produzioni alimentari e artigiane, arti performative, paesaggio, didattica – delle quali il Festival stesso ambisce a costituire anno per anno la fiera campionaria, il punto di partenza e ripartenza, il luogo d’incontro e di scambio tra i tanti soggetti impegnati in realtà di valle diverse sul medesimo progetto complessivo.
In collaborazione con: Ecomusei del Trentino; Family in Trentino; Federcircoli; Fondazione Edmund Mach; Federazione Cori del Trentino.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone