Home | Interno | Trento | «Il progetto di Califfato tra i musulmani non arabi dell’Asia»

«Il progetto di Califfato tra i musulmani non arabi dell’Asia»

La Biblioteca Archivio del CSSEO organizza a Trento mercoledì 17 maggio l’incontro-dibattito – Intervengono Emanuele Giordana e Fernando Orlandi

Il progetto dello Stato Islamico di Al-Bagdadi è anche quello di estendere i confini di un neo Califfato a tutta la comunità dei musulmani sunniti oltre il mondo arabo.
In Asia le aree di un conflitto ormai permanente, come nel caso afgano o pachistano o nel caso della guerra sempre sotto traccia tra India e Pakistan, sono apparsi un terreno ideale.
E così il nuovo revivalismo islamico nelle repubbliche centroasiatiche dell’ex Unione Sovietica o nelle provincie meridionali musulmane della Thailandia o, ancora, in Paesi attraversati dal contrasto tra governo e comunità musulmane come nel Sud filippino, in quel vasto territorio insulare che fa dell’Indonesia il Paese più musulmano del pianeta o ‒ per venire a fatti recentissimi ‒ nel dramma dei Rohingya, cacciati dal Myanmar in Bangladesh.
 
Ma al di là del progetto, il volume che presentato e discusso a Trento («A oriente del Califfo. A est di Raqqa: Il progetto del gruppo Stato Islamico per la conquista dei musulmani non arabi») si chiede come mai e con quali strumenti il messaggio abbia funzionato, qual è il contesto in cui lavora, dove comincia e dove finisce la guerra con Al Qaeda per il primato del jihad.
Un libro che si chiede cosa può restare, anche dopo la caduta di Raqqa, nel messaggio di Al-Baghdadi in Paesi così distanti dal cuore e dalla cultura mediorientale e in che contesto è maturato e cosa ha spinto un giovane di Gaicarta, di Dacca o del Xinjang a scegliere la spada del Califfo e la sua violenta lettura del Corano.
 
In occasione della pubblicazione (Rosenberg & Sellier editore) di «A oriente del Califfo. A est di Raqqa: Il progetto del gruppo Stato Islamico per la conquista dei musulmani non arabi», a cura di Emanuele Giordana, in libreria in questi giorni, si discute di questi tematiche a Trento, nell’incontro-dibattito che si terrà mercoledì 17 maggio 2016, alle ore 17,30, nella Sala degli Affreschi della Biblioteca comunale (Via Roma 55). L’incontro è organizzato dalla Biblioteca Archivio del CSSEO. Intervengono Emanuele Giordana e Fernando Orlandi. Introduce Massimo Libardi.
 
Emanuele Giordana, cofondatore di Lettera22 (associazione tra freelance specializzata da 25 anni in politica internazionale), è il presidente dell’associazione Afgana.
Per molti anni voce inconfondibile di «Radio3mondo», è collaboratore e inviato de «Il Manifesto».
Già docente di cultura indonesiana all’IsMEO, insegna alla Scuola di giornalismo della Fondazione Basso e all’ISPI.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone