Home | Interno | Trento | «Il progetto di Califfato tra i musulmani non arabi dell’Asia»

«Il progetto di Califfato tra i musulmani non arabi dell’Asia»

La Biblioteca Archivio del CSSEO organizza a Trento mercoledì 17 maggio l’incontro-dibattito – Intervengono Emanuele Giordana e Fernando Orlandi

Il progetto dello Stato Islamico di Al-Bagdadi è anche quello di estendere i confini di un neo Califfato a tutta la comunità dei musulmani sunniti oltre il mondo arabo.
In Asia le aree di un conflitto ormai permanente, come nel caso afgano o pachistano o nel caso della guerra sempre sotto traccia tra India e Pakistan, sono apparsi un terreno ideale.
E così il nuovo revivalismo islamico nelle repubbliche centroasiatiche dell’ex Unione Sovietica o nelle provincie meridionali musulmane della Thailandia o, ancora, in Paesi attraversati dal contrasto tra governo e comunità musulmane come nel Sud filippino, in quel vasto territorio insulare che fa dell’Indonesia il Paese più musulmano del pianeta o ‒ per venire a fatti recentissimi ‒ nel dramma dei Rohingya, cacciati dal Myanmar in Bangladesh.
 
Ma al di là del progetto, il volume che presentato e discusso a Trento («A oriente del Califfo. A est di Raqqa: Il progetto del gruppo Stato Islamico per la conquista dei musulmani non arabi») si chiede come mai e con quali strumenti il messaggio abbia funzionato, qual è il contesto in cui lavora, dove comincia e dove finisce la guerra con Al Qaeda per il primato del jihad.
Un libro che si chiede cosa può restare, anche dopo la caduta di Raqqa, nel messaggio di Al-Baghdadi in Paesi così distanti dal cuore e dalla cultura mediorientale e in che contesto è maturato e cosa ha spinto un giovane di Gaicarta, di Dacca o del Xinjang a scegliere la spada del Califfo e la sua violenta lettura del Corano.
 
In occasione della pubblicazione (Rosenberg & Sellier editore) di «A oriente del Califfo. A est di Raqqa: Il progetto del gruppo Stato Islamico per la conquista dei musulmani non arabi», a cura di Emanuele Giordana, in libreria in questi giorni, si discute di questi tematiche a Trento, nell’incontro-dibattito che si terrà mercoledì 17 maggio 2016, alle ore 17,30, nella Sala degli Affreschi della Biblioteca comunale (Via Roma 55). L’incontro è organizzato dalla Biblioteca Archivio del CSSEO. Intervengono Emanuele Giordana e Fernando Orlandi. Introduce Massimo Libardi.
 
Emanuele Giordana, cofondatore di Lettera22 (associazione tra freelance specializzata da 25 anni in politica internazionale), è il presidente dell’associazione Afgana.
Per molti anni voce inconfondibile di «Radio3mondo», è collaboratore e inviato de «Il Manifesto».
Già docente di cultura indonesiana all’IsMEO, insegna alla Scuola di giornalismo della Fondazione Basso e all’ISPI.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone