Home | Interno | Rovereto | Presentate le attività URP 2016 e il nuovo sportello mediazione

Presentate le attività URP 2016 e il nuovo sportello mediazione

Lo scopo dello sportello è fornire ai cittadini un servizio di mediazione, cioè una consulenza in caso di contenziosi di varia natura

Un nuovo sportello per il cittadino è stato presentato oggi a Palazzo Pretorio: la sua attività è fornire ai cittadini un servizio di mediazione, cioè una consulenza in caso di contenziosi di varia natura (esempio: il proprietario alle prese con un inquilino che non paga, il recupero crediti, un confine di proprietà che non viene riconosciuto tra le parti, una lite su un lavoro male eseguito).
La firma della convenzione che attiva il servizio è avvenuta oggi tra Ursula Vivori referente della sezione distaccata di Trento di Geo-Cam (Geometri - Consulenti Arbitri Mediatori) ed il Comune di Rovereto nella persona del direttore generale Mauro Amadori.
«Forniremo anche informazioni sui vantaggi e gli obblighi della mediazione come si attiva e per quali materie nella convinzione che questa possibilità sia ancora poco conosciuta e necessiti quindi di informazione» ha spiegato Ursula Vivori.
«La mediazione è stata istituita per legge nel 2010, dura al massimo 3 mesi e precede un'eventuale causa che semmai scatta a mediazione priva di accordo.»
Lo sportello sarà attivato presso L'URP a cadenza quindicinale, partirà a giugno (il giovedì dalle 15 alle 17) e si gioverà della disponibilità di due mediatori.
 
Le materie possono spaziare dai diritti reali (proprietà, usufrutto, diritto di abitazione) alle successioni ereditarie, dalle locazioni ai contratti assicurativi e bancari.
Per queste materie infatti, prima di attivare un contenzioso, la mediazione è necessaria e obbligatoria per legge.
L'appuntamento va prenotato presso URP del Comune (e-mail: urp@comune.rovereto.tn.it tel.0464 452111 – 452471, numero verde 800 186 595).
Il collegio dei geometri di Trento già collabora con l'Urp dal 2016 per lo sportello geometra che eroga informazioni e consulente inerenti sopratutto questioni condominiali.
Con l'occasione sono state presentate oggi anche le attività svolte dall'Urp nel 2016.
 
L'assessore Mario Bortot, competente per materia, ha ripercorso alcuni dei recenti risultati (tra questi la definizione dell'Albo delle Associazioni) e delineato le prossime sfide dell'Ufficio Urp che si troverà a gestire la delicata e strategica partita della semplificazione amministrativa obiettivo programmatico di grande rilievo della Giunta Valduga.
«Lo Sportello unico sarà attivato in estate e sarà una svolta epocale. L'associazione non dovrà più girare tra gli uffici, ma farà una domanda unica e poi sarà compito del Comune ad attivarsi per reperire tutte le documentazioni necessarie. E quindi l'associazione sarà sollevata da molte incombenze: potrà dedicare le proprie energie all'evento e non alla burocrazia dell'evento E' un obiettivo programmatico ma dovrebbe essere l'obiettivo di ogni Comune» ha commentato Bortot.
La sperimentazione parte quest'estate ed è possibile grazie alla definizione della Banca dati messa a punto con la definizione dell'Albo Associazioni.
«Lo sportello unico è un percorso ri-organizzativo che richiede una modulistica unica e che richiede un forte investimento interno» ha sottolineato il dirigente generale Mauro Amadori che ha definito l'Urp un ufficio che funziona come primo interfaccia con la cittadinanza ma al tempo stesso si relaziona con gli uffici interni con lo scopo di migliorare le prestazioni.
 
«E' una attività spesso sottovalutata nonostante la mole di lavoro che svolge e la delicatezza, ad esempio nella gestione dei reclami. Il 2016 ci ha visti impegnati al complessivo miglioramento dei servizi – ha proseguito - viene da qui anche la Carta dei Servizi che è una certificazione della qualità dei servizi erogati.»
Il direttore ha quindi ringraziato l'Ufficio per la velocità di risposta ai problemi quotidiani.
Elena Raffaelli (Urp) ha relazionato sulle attività e sul rapporto con il cittadino che in questi anni con l'avvento della rete e dei social network è molto cambiato e chiede all'operatore di essere veloce e tempestivo: deve decifrare il problema formulato dal cittadino e individuare in tempi stretti il referente per la soluzioni.
«Abbiamo costruito una banca dati interna per aiutare il cittadino. I servizi online sono utilizzati ma il cittadino è spesso diffidente. L'ascolto è la prima condizione operativa, spesso dobbiamo gestire anche l'aggressività contenuta nel reclamo e si cerca di evitare che il cittadino faccia staffetta da un ufficio all'altro» ha detto Raffaelli.
 
Quanto alle attività nel corso del 2016 l’Ufficio Relazioni con il Pubblico ha focalizzato il proprio operato al miglioramento della presa in carico di segnalazioni e reclami e dell’accelerazione dei tempi di risposta ai cittadini, dei processi organizzativi interni, in supporto alla Direzione generale e per dare supporto maggiore a servizi comunali e uffici per attività di servizio informazioni di primo livello, e per la raccolta di istanze.
Nel 2016 l’Ufficio relazioni con il pubblico ha registrato 21.127 contatti, avvenuti per lo più telefonicamente, 8154 persone si sono rivolte fisicamente all’URP, per una media giornaliera di circa 32 persone, mentre 404 utenti hanno preferito scrivere una mail.
Rispetto al 2015 si è registrato un aumento generale delle attività dell’ufficio.
E' stata migliorata l’attività di centralino attraverso due modalità: l’attivazione nel corso del 2015 di un risponditore automatico per gli utenti che hanno chiarezza su a chi rivolgersi, la presa in carico diretta della richiesta del cittadino, la verifica con gli uffici competenti, la risposta di ritorno all’utente.
 
I picchi delle telefonate sono in presenza di scadenze fiscali come IMIS.
Nel corso dell’autunno, per facilitare il contatto da parte dei cittadini con gli uffici tecnici è stato organizzato un centralino telefonico per facilitare il contatto con i vari operatori ed orientare i cittadini, oltre che facilitare la presa in carico di attività inerenti il cantiere unico per le manutenzioni.
Il numero unico 484 attualmente lavora in stretto collegamento con l’URP.
L’attività di sportello dell’URP, esclusa l’attività di portineria INFOCOMUNE, riguarda anche la riscossione di 328 pagamenti per vari servizi comunali (per un totale di 22.528 euro).
Si tratta per lo più di utenti dei corsi dell’Università dell’Età libera.

Condividi con: Post on Facebook Facebook
Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni