Home | Interno | Ambiente | #DolomitesVives, Passo Sella chiuso 9 mercoledì di luglio e agosto

#DolomitesVives, Passo Sella chiuso 9 mercoledì di luglio e agosto

Oggi a Bolzano la presentazione della sperimentazione con gli assessori Gilmozzi, Theiner e Mussner

image

>
In programma eventi culturali e gastronomici. Implementati i trasporti pubblici Tra il 5 luglio e la fine di agosto Passo Sella resterà chiuso per 9 mercoledì tra le 9 del mattino e le 16.
Il transito sarà consentito a mezzi del trasporto pubblico locale o elettrici, oltre che, naturalmente, a biciclette e pedoni.
All'insegna del motto #DolomitesVives - Dolomiti vive - durante quelle giornate sarà anche implementato il trasporto pubblico e proposto un programma di contorno a base di musica, storie e offerte gastronomiche.
L'iniziativa è stata illustrata stamani (15 maggio) nel corso di una conferenza stampa dagli assessori altoatesini Richard Theiner e Florian Mussner, dal trentino Mauro Gilmozzi e dal direttore dell'Agenzia per la stampa e l'informazione, Marco Pappalardo.
 
«Con queste misure riduciamo l'emissioni di CO2 – ha esordito l'assessore Richard Theiner – e diamo un contributo importante alla conservazione della natura sulle nostre montagne che sono patrimonio mondiale dell'Unesco.»
Sui passi dolomitici transitano 1,2 milioni di veicoli e «con la chiusura un giorno a settimana – ha detto l'assessore all'ambiente – diamo un segnale importante, ma non è sicuramente sufficiente e in futuro dovranno seguire altri interventi. La cosa importante – ha concluso – è effettuare un monitoraggio affinché, dopo la fase pilota, si possa fare un'analisi dei risultati e pianificare i passi successivi con in mano dei dati.»
«Siamo orgogliosi – ha aggiunto l'assessore alle infrastrutture e all’ambiente trentino Mauro Gilmozzi – di questa iniziativa, frutto di uno studio di fattibilità, di una legge specifica, di un confronto ma soprattutto della volontà di fare rete tra le due province, i sindaci e le varie strutture e uffici che hanno collaborato al progetto.»
Il Trentino, ha concluso, «ha colto al meglio la sfida, mettendo a disposizione le proprie competenze, modificando il trasporto pubblico, e attuando interventi infrastrutturali che favoriscano la mobilità sostenibile. Sui passi vogliamo più persone ma meno macchine.»
Contemporaneamente alla chiusura del passo, come annunciato, sono previsti alcuni interventi di miglioramento del servizio di trasporto pubblico sia sul fronte trentino che altoatesino.
 

 
L'assessore alla mobilità altoatesino, Florian Mussner, ha citato a questo proposito l’intensificazione dei collegamenti dei bus tra la val di Fassa e la val Gardena.
In particolare due linee di bus saranno attive durante i mercoledì «a emissioni zero».
Sarà previsto un duplice collegamento da Plan de Gralba a Passo Sella e da Pian de Schiavanei al Passo Sella ogni 15 minuti e, con cadenza ogni mezz'ora, la linea dorsale da Corvara a Passo Sella a Canazei e viceversa.
L'assessore ha anche spiegato che sono stati approntati alcuni interventi legati alla sicurezza, come l'adeguamento di una piazzola per l'inversione di marcia dei bus e, nei pressi dell'incrocio Miramonti, anche per le autovetture.
«Nel nostro piano della mobilità puntiamo sull'uso di bus a basse emissioni, mezzi alternativi come bici o auto elettriche ed anche funivie», ha sottolineato Mussner.
 
«La prima tappa di questo processo dinamico – ha detto Marco Pappalardo, ex direttore della comunicazione di Idm – concepito con l’obiettivo di diffondere un modo diverso di vivere i passi dolomitici all'insegna del motto #DolomitesVives, si terrà il 5 luglio.»
Ogni mercoledì si svolgeranno eventi di contorno proposti dalle organizzazioni turistiche che saranno dedicati alla gastronomia, alla musica e alle storie «dolomitiche» con l'obiettivo di far vivere la montagna in modo diverso e con tutti e cinque i sensi.
In programma un «Taste tour» con piatti locali preparati da chef stellati in 6 rifugi alpini della zona, così come escursioni guidate e incontri con personalità della zona e concerti.
Sono previsti inoltre un laboratorio permanente della Fondazione Dolomiti Unesco e del Muse di Trento sulla storia e sulle particolarità delle Dolomiti.
A breve sarà allestita una pagina internet dedicata con tutte le informazioni per DolomitesVives.

Condividi con: Post on Facebook Facebook
Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni