Home | Interno | Parità di Genere | In vista della Giornata di domani contro le discriminazioni

In vista della Giornata di domani contro le discriminazioni

Omotransfobia: incontro questo pomeriggio del vicepresidente Olivi con una delegazione

image

>
Incontro questo pomeriggio in Provincia fra il vicepresidente Alessandro Olivi e una delegazione composta da Paolo Zanella, presidente di Arcigay del Trentino, Giada d'Andrea e Arianna Miriam Fiumefreddo, in vista della Giornata internazionale contro l'omotransfobia di domani.
Nel corso dell'incontro è stato fatto il punto sulla situazione delle persone LGBT nel nostro territorio e sul lavoro politico e culturale delle diverse associazioni di settore per la prevenzione delle discriminazioni e la promozione di una cultura dei diritti e dell'inclusività.
Per le associazioni l'anno che abbiamo alle spalle è stato ricco di novità, in particolare con il varo della legge nazionale sulle unioni civili.
A livello locale, è stato aggiunto, il lavoro della cabina di regia istituita con una mozione del Consiglio provinciale del maggio 2016 «Contrasto alle discriminazioni determinate dall'orientamento sessuale», sconta in questa fase di avvio alcune pesantezze.
 
Ciò anche a fronte di una maggiore dinamicità manifestata da altre regioni sul versante della produzione legislativa, relativamente ai temi della lotta alle discriminazioni e alla promozione dei diritti.
In termini generali, fermo restando il riconoscimento di quanto di importante è già stato fatto in questi anni in Trentino riguardo a questo ed altri temi sensibili, è emersa la richiesta di un intervento più incisivo su alcuni settori particolarmente delicati, come la scuola e il lavoro.
Il vicepresidente Olivi, nel raccogliere queste sollecitazioni, ha concordato sulla necessità di promuovere una più ampia partecipazione delle associazioni ai lavori della cabina di regia, strumento grazie al quale la stessa amministrazione può raccogliere proposte, costruire modelli di intervento, mettere a fuoco le tematiche più urgenti. 

«È fondamentale – ha aggiunto – lavorare in stretta collaborazione con le forze più attive della società e mettere a punto qualche misura esemplare in contesti come quello dell'accesso al lavoro.
«Facciamo emergere le sensibilità della società civile contro ogni ipocrisia e indifferenza.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook
Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni