Home | Interno | Trento | Il bilancio dell'attività della Polizia locale di Trento

Il bilancio dell'attività della Polizia locale di Trento

Come prevede il codice, educazione stradale. E in più incontri anti-truffa

image

>
Il Codice della strada prevede che nelle scuole di ogni ordine e grado si tengano lezioni teorico-pratiche di Educazione stradale.
Il progetto proposto dalla Polizia Locale di Trento-Monte Bondone sin da l 1982 offre all'utenza un programma vario e differenziato a seconda dell'età.

 LA MANIFESTAZIONE DI EDUCAZIONE STRADALE BICINCITTA' 2017 

 
Dal 2 e fino al 19 maggio 2017 è in corso di svolgimento la 18° edizione della manifestazione BICINCITTA' che, come ogni anno, permette ai ragazzi delle scuole della città di mettere in pratica quanto appreso durante gli incontri in classe.
Sul listone di Piazza Dante, all'interno di uno spazio transennato, viene predisposto un percorso - allestito in collaborazione con il Servizio Ripristino Ambientale della P.A.T. - con aiuole, spartitraffico, corsie, rotatorie, ecc., e con la debita segnaletica stradale, che riproduce situazioni di traffico reale mettendo i bambini nelle condizioni di rispettare le regole stradali senza porli in situazioni di pericolo.
Gli alunni che sono iscritti a tale attività sono finora 1171, per un totale di 57 classi divise per età (2 Scuole d'infanzia, 24 classi Scuola primaria, 29 classi Scuola Secondaria di I grado, 1 gruppo di utenti di ANFFAS Aldeno).
Nelle scuole dell'infanzia l'incontro è orientato verso il gioco, nel rispetto delle più elementari norme di sicurezza.
Nelle scuole primarie particolare attenzione viene data ai comportamenti dei pedoni, alla conoscenza dei segnali stradali ed al rispetto del semaforo, all'uso della bicicletta con i primi rudimenti per impararne l'uso corretto.
Nelle scuole secondarie di primo grado ci si rivolge in particolare alla circolazione sicura in bicicletta (ricordando anche quelle che valgono per il ciclomotore), con particolare riferimento ai comportamenti errati dettati dalla mancanza di prudenza e dalla sottovalutazione delle conseguenze dei rischi.
Ogni classe ha a disposizione un'ora di tempo per provare ad usare la bicicletta secondo le regole della strada e per effettuare una gimkana (percorso ad ostacoli).
Particolare novità di quest'anno è la partecipazione di 19 studenti dell'Istituto Tecnico Tecnologico Buonarroti, che, in attuazione del Progetto di Alternanza Scuola-Lavoro si alternano, in gruppi di 4 o 5, e collaborano con il personale della Polizia Locale presente sul percorso per fornire assistenza operativa e mettere a disposizione dei bambini, anche con un piccolo laboratorio di manutenzione, le proprie conoscenze tecniche in tema di manutenzione della bicicletta.
 
 Altre particolari iniziative messe in campo quest'anno sono 
- PROGETTO PREVENZIONE COMPORTAMENTI ANTISOCIALI
Nel corso di quest'anno scolastico è stata mantenuta alta l'attenzione nei confronti dei comportamenti antisociali ed in particolar modo delle problematiche legate alla devianza giovanile.
Fra queste spicca il fenomeno del «bullismo» all'interno delle scuole, che si manifesta con episodi di violenza sia psicologica che fisica.
In ossequio al Protocollo d'Intesa siglato tra il Commissariato del Governo di Trento, la P.A.T. ed il nostro Comune, dal settembre 2102 la Polizia Locale tiene una serie di incontri con gli studenti delle scuole medie e superiori, con la finalità di prevenire, contrastare lo sviluppo di comportamenti antisociali, attraverso il coinvolgimento di studenti ed insegnanti di una logica di corresponsabilità.
 
- PROGETTO SICUREZZA ANZIANI: «COME DIFENDERSI DALLE TRUFFE»
Fra le tante attività svolte dal Comando vi è anche quella rivolta agli anziani, con cicli di incontri rivolti alle persone della terza età, finalizzati ad orientarli su come difendersi dal fenomeno delle truffe.
Gli incontri si tengono presso i circoli anziani della città e dei sobborghi: cospicuo il numero degli intervenuti, soddisfatti dalle indicazioni fornite per evitare di cadere nelle rete di abili quanto meschini truffatori che incontrano per strada o addirittura si presentano presso le loro abitazioni.
Numerose le casistiche illustrate così come numerosi sono i consigli elargiti su come difendersi dai truffatori: consigli di vita quotidiana talvolta apparentemente semplici, ma che potrebbero invece nel concreto fare la differenza dinanzi ad eventuale tentativo di truffa.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone