Home | Interno | Fede | Il viaggio trentino del «Festival biblico»

Il viaggio trentino del «Festival biblico»

Dal 19 al 21 maggio, 28 appuntamenti sul tema «Felice chi ha la strada nel cuore»: un percorso nella vita e nella Bibbia, con linguaggi diversi e pubblici di ogni età


Foto Gianni Zotta.
 
«Felice chi ha la strada nel cuore». La citazione biblica (salmo 84) è il filo conduttore che guida i passi del Festival Biblico 2017, dedicato al tema del viaggio nella Bibbia e nella vita, nelle sue numerose declinazioni, reali e metaforiche, esplorate attraverso vari linguaggi, pensati per tutte le età.
Il Festival nasce a Vicenza nel 2005, ispirato dall'intuizione di portare il testo biblico nelle strade e nelle piazze.
Negli anni è diventata una manifestazione a più ampio respiro, coinvolgendo le Diocesi di altre città del Triveneto che nel tempo hanno aderito all'evento: Verona, Padova, Rovigo, Trento, e quest'anno Vittorio Veneto.
A Trento, dal 19 al 21 maggio, si snoderà un cammino di 28 tappe, ospitate in luoghi diversi, a volte inconsueti.
Conferenze ed escursioni, musica e degustazioni, arte e storia, cinema, teatro, laboratori e giochi per i più piccoli.
La regia è dell’Ufficio diocesano Cultura, con il coinvolgimento attivo di molte realtà ecclesiali e non.
 
Si parte venerdì 19 maggio insieme al burattinaio Luciano Gottardi che in «Esci dalla tua terra e va'» accompagnerà sulle orme dei viaggiatori biblici con un racconto animato (ore 10.00, giardino del palazzo vescovile, via S. Giovanni Bosco 3 - replica domenica 21 alle 16.00).
L’itinerario di venerdì prosegue con il «Piccolo corso d'ebraico» - tre incontri con il linguista Davide D'Amico per riconoscere lettere e suoni di una lingua affascinante (ore 11.00, Vigilianum, via Endrici, 14) e il percorso storico-artistico-liturgico nelle chiese del Concilio di Trento a cura dell'Associazione Anastasia (ore 17.00, varie sedi); in serata la «Cena biblica sui passi dell'Esodo» (19/05, ore 22.00, Vigilianum).
 
Sabato 20 maggio apertura con un'escursione alla scoperta delle colline di Trento: «La vita prende quota», con don Mauro Angeli in ascolto del profeta Geremia per scoprire la spiritualità del camminare (ore 8.00, partenza dalla Cappella universitaria, via Prepositura, 35); quindi il «Grande gioco alla conquista della Terra Promessa» che vedrà famiglie e ragazzi aggirarsi tra gli scorci più suggestivi di Trento alla ricerca dei personaggi biblici che hanno intrapreso grandi viaggi (ore 14.30, partenza dal Vigilianum) o alla scoperta di «Personaggi, artisti e opere in viaggio» con lo storytelling guidato dalla storica dell'arte Lorenza Liandru (20/05, ore 16.00, Museo Diocesano Tridentino, piazza Duomo, 18).
 
Domenica 21 maggio avvio con la «Lettura integrale del Vangelo di Marco» con Alfonso Masi (ore 10.00, Cappella Ecumenica, palazzo Galasso, via Alfieri), conclusione con due incontri di taglio ecumenico e un viaggio notturno, andando alle origini della Chiesa tridentina con «Il cammino dei martiri», guidato dal teologo Lodovico Maule (ore 22.00, cattedrale di San Vigilio).
 
Tra gli appuntamenti di spicco del Festival si segnala L'eterno umano viaggiare, incontro con il filosofo Duccio Demetrio sul viaggio come metafora della ricerca di sé: di Dio per i credenti, del senso della vita per chi non cessa di stupirsi dinanzi al mistero del mondo.
Per scoprire, durante o alla fine, che il viaggio più importante da compiere va intrapreso dentro noi stessi (sabato 20, ore 20.30, Biblioteca Vigilianum).
Sarà inoltre possibile scoprire tre figure dell'Antico Testamento la cui vita è stata segnata dal viaggio, presentate con stili e linguaggi diversi da tre biblisti: Piero Rattin parlerà di «Abramo ed Elia. Anziani in viaggio» (venerdì 19, ore 16.00, Seminario Diocesano, Corso 3 Novembre), Gregorio Vivaldelli affronterà «Lo strano viaggio del profeta Giona» (venerdì 19, ore 20.30, Gallerie di Piedicastello, piazza di Piedicastello) e Roberto Vignolo esplorerà «La sapienza del coraggio.
Una lettura del libro di Tobia» (sabato 20, ore 19.00, Vigilianum).
 
E, ancora, musica, cinema (stimolante il confronto «Dall’esodo ai barconi» - venerdì 19, ore 19.30, Vigilianum), biblio-dramma, laboratori e tre mostre:
 
Sindone. Un viaggio nella memoria
Lo sguardo della scienza e della fede si completano a vicenda per avvicinare uno dei reperti più rilevanti e discussi della storia. In esposizione anche il Crocifisso sindonico.
Dal 20 aprile al 4 giugno; 9.30-12.00; 14.30-20.00 - Aula San Giovanni, Cattedrale di San Vigilio
 
Il cammino dell'uomo
Intrecci di umana spiritualità in un percorso espositivo. Con lo scultore Osvaldo Bruschetti
Dal 19 al 21 maggio; 9.00-18.00 - Vigilianum, via Endrici, 14
 
Ombre e migranti
Scultura e fotografia si affiancano per accendere pensiero ed emozioni.
Con l'orafo Mastro 7 e il fotografo Gianni Zotta
Dal 19 al 21 maggio; 9.00-18.00 - Vigilianum, via Endrici, 14.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone