Home | Interno | Cronaca | Moena: smascherati dai Carabinieri i furboni delle carte di credito

Moena: smascherati dai Carabinieri i furboni delle carte di credito

Con carte di credito non loro, pagavano in anticipo i pernottamenti negli alberghi per poi disdire la prenotazione e farsi restituire la cifra eccedente la caparra

Lo scorso 11 luglio i carabinieri della Stazione di Moena hanno denunciato alla competente Procura della Repubblica due fratelli originari di San Giorgio a Cremano (NA), un 35enne e 29enne, in quanto responsabili in concorso di una ben architettata truffa e di indebito utilizzo di carta di credito in danno di un noto albergatore di Moena.
In pratica, uno dei due fratelli, il 35enne, nel mese di gennaio, spacciandosi per avvocato, prenotava telefonicamente un soggiorno invernale per sé e la moglie presso un noto albergo di Moena, autorizzando il titolare a prelevare l’intero importo dovuto da una carta di credito fornita a mezzo e-mail.
Il giorno prima dell’arrivo in albergo, il furbone ritelefonava all’albergatore, comunicando l’impossibilità al soggiorno per una improvvisa disgrazia familiare, inducendo pertanto l’esercente a trattenere la caparra e restituire il restante importo, in pratica 1.550 euro, prelevato inizialmente dalla carta di credito, su un conto corrente fornito allo scopo e intestato all’altro fratello, il 29enne.
 
Solo successivamente, l’Ufficio Sicurezza Carte di Credito comunicava all’albergatore che il prelievo effettuato inizialmente era viziato da «utilizzo fraudolento di carta di credito», in quanto titolo intestato a persona estranea alla vicenda.
I militari dell’Arma di Moena, ricevuta la denuncia da parte dell’albergatore, effettuavano immediate indagini che consentivano di accertare, attraverso la lista dei movimenti sul conto corrente intestato al 29enne, come nel periodo dal mese di novembre 2016 al mese di aprile 2017, vi fossero ulteriori numerosi accrediti simili a quello in argomento, provenienti da strutture alberghiere distribuite sul territorio nazionale.
Per tali fatti, le indagini dei militari dell’Arma proseguono al fine di identificare le parti offese nell’attività illecita posta in essere dai due fratelli.

Condividi con: Post on Facebook Facebook
Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni