Home | Arte e Cultura | Spettacoli | Ala: folla nella Città di Velluto per Antonella Ruggiero

Ala: folla nella Città di Velluto per Antonella Ruggiero

Oltre seicento persone hanno assistito ieri al concerto di Antonella Ruggiero e dei Virtuosi Italiani

image

>
Una piazza San Giovanni così gremita di persone raramente la si era vista. Oltre seicento persone hanno assistito ieri, venerdì 14 luglio, al concerto di Antonella Ruggiero e dei Virtuosi Italiani, il primo grande evento del ventennale di Ala Città di Velluto.
L'esibizione intensa e applaudita di Antonella Ruggiero resterà nella storia di questa manifestazione. Si prosegue oggi, sabato, e domani Città di Velluto vivrà la sua terza ed ultima giornata, che si concluderà con i fuochi d'artificio.
Antonella Ruggiero ha incantato Ala, attraendo in città molte persone da fuori, anche dal vicino Veneto.
Per la ventesima edizione di Ala Città di Velluto è stata davvero una partenza con il pienone quella di venerdì, anche grazie alle numerosissime animazioni in tutto il centro storico, ai palazzi aperti e alle esibizioni dei gruppi locali, come il Coro Città di Ala e la Banda sociale.
 
«Ala dà il benvenuto ad Antonella Ruggiero con questa piazza gremita di persone, – ha detto il sindaco Claudio Soini durante il saluto iniziale. – Città di Velluto è un marchio ormai indelebile per la nostra città, che è famosa anche per la musica.
«La musica è al centro di un altro nostro progetto, Ala Città di Musica, assieme ai Virtuosi Italiani.»
«In vent'anni – ha aggiunto la vicesindaca Antonella Tomasi, – la Città di Velluto è cresciuta e questo entusiasmo deve farci continuare così.»
 
Preceduta dai Virtuosi Italiani, è salita sul palco Antonella Ruggiero.
Il suo è stato un concerto intenso e molto applaudito. Con la sua voce inconfondibile ha interpretato in modo originale alcuni grandi classici delle musiche da film e dei musical, regalando poi al pubblico di Ala alcuni suoi pezzi più famosi.
Ruggiero, richiamata sul palco ben due volte, ha concesso così due bis, tra i quali non è mancata la celeberrima «Vacanze romane».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone