Home | Sport | Volley | Diatec Trentino, anche Jan Kozamernik è già a Trento

Diatec Trentino, anche Jan Kozamernik è già a Trento

«Pronto per vivere una grande esperienza, la prima lontano dalla mia Slovenia»

image

>
Dopo Renee Teppan, un altro nuovo giocatore di Trentino Volley che ha recentemente partecipato all’Europeo 2017 in Polonia ha fatto capolino nelle ultime ore a Trento per iniziare la sua avventura con addosso la maglia gialloblù.
Nella tarda serata di giovedì è infatti arrivato in città Jan Kozamernik; il giocatore sloveno, alla prima esperienza lontano dal suo paese natale, non parteciperà all’allenamento congiunto che la Diatec Trentino svolgerà nella serata odierna al PalaOlimpia di Verona con la Calzedonia ma già questa mattina al PalaTrento si è messo a disposizione dello staff, che ha accuratamente valutato le sue condizioni fisiche.
Il ventunenne centrale originario di Lubiana, che il Club di via Trener ha prelevato in estate dall’ACH, proprio nell’ultima gara del suo torneo continentale (quarti di finale, sconfitta con la Russia) ha infatti rimediato un infortunio alla caviglia sinistra, che non sembra essere particolarmente grave.
Nelle prossime ore, in ogni caso, il fisioterapista Alessandro Russo verificherà ulteriormente le sue condizioni, in modo da permettergli di lavorare col gruppo quanto prima ed offrire quindi presto ad Angelo Lorenzetti la possibilità di avere a disposizione in palestra tutti i centrali della nuova rosa.
 
«La mia caviglia sta migliorando, mi sento decisamente meglio rispetto a quando ho accusato l’infortunio e credo che con il lavoro di fisioterapia che farò nei prossimi giorni potrò tornare in fretta ad allenarmi e a giocare le successive gare, – ha dichiarato a Trentino Volley Tv Jan Kozamernik. – Il cammino che abbiamo compiuto all’Europeo con la Slovenia è stato positivo ma, se non avessimo accusato problemi fisici di diversa natura durante la fase di preparazione, avremmo potuto fare di più.
«Adesso però voglio concentrarmi sulla mia prima stagione a Trento che sarà sicuramente particolare perché è la prima volta che gioco lontano dal mio paese.
«L'impressione iniziale della nuova realtà è stata positiva: mi piacciono la Società, la città e l’intero ambiente che vedo attorno a questa squadra.
«Sono convinto che qui vivrò un’esperienza davvero entusiasmante; lavorerò assieme ai compagni e con Lorenzetti per diventare un giocatore migliore, sotto tutti i punti di vista.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone