Home | Interno | Trento centro di gravità della fisica per una settimana

Trento centro di gravità della fisica per una settimana

Lunedì alle 9 al Teatro Sociale la cerimonia di inaugurazione darà il via al 103° Congresso nazionale della Società italiana di Fisica

 
Con circa 700 ospiti attesi da tutta Italia, 7 sezioni scientifiche con 152 relazioni su invito e oltre 400 comunicazioni, una trentina di fisici e fisiche dell’Ateneo trentino impegnati nei 9 appuntamenti per la cittadinanza, Trento si prepara a vivere una settimana speciale.
Da lunedì sarà infatti centro di gravità per la Fisica. Tutto ruota attorno al 103° Congresso nazionale della Società italiana di Fisica che proprio a Trento festeggerà i suoi primi 120 anni.
Oltre al tradizionale congresso scientifico, in programma anche «FisiCittà», la rassegna dedicata a tutta la cittadinanza, che prenderà il via già da lunedì con due appuntamenti in cui la fisica si racconta attraverso le emozioni.
Il primo appuntamento è alle 17 al Teatro Sociale con l’evento «Emozionare con la Scienza».
 
I protagonisti saranno dieci studenti e studentesse di Fisica che con storie di soli sette minuti si metteranno in gioco per raccontare la scienza in modo accessibile e coinvolgente.
Un viaggio nelle meraviglie della Fisica che mette a nudo la mente e il cuore dei narratori e delle narratrici attraverso la forte connessione tra scienza e questioni della nostra esistenza.
Con la presentazione pubblica si conclude il percorso la formazione «Emozionare con la Scienza» condotto durante gli ultimi due anni accademici dal fisico e attore Andrea Brunello per il Dipartimento di Fisica.

Tanti gli argomenti che hanno affascinato i giovani e che saranno raccontati al pubblico: «Il mio viaggio nel Cosmo» di Marco Peretti; «Di Genio ce n’è uno solo» di Laura Beghini; «Piccole stelle insegnano» di Chiara Toldo; «Spesso la musica mi porta via come fa il mare» di Eleonora Rigoni; «Il suono nella vita» di Edoardo Dalla Guarda; «Renato Caccioppoli: in equilibrio tra matematica e libertà» di Debora Lamcja; «Entropia portami via» di Roberto Ciccarelli; «Radioattivo come una banana» di Stefano Piccin; «Il teorema più bestemmiato dai camionisti» di Pietro Capovilla e «Scusi professore ma non sento» di Guglielmo Grillo.
 
In serata FisiCittà ci porterà poi ad alzare lo sguardo verso le stelle. L’occasione sarà l’evento «Uno Spazio Quantistico», che si terrà sempre al Teatro Sociale di Trento alle 20.30.
A dialogare sui segreti del cosmo saranno Roberto Battiston (presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana) e Giovanni Caprara (giornalista scientifico del Corriere della Sera) nell’appuntamento promosso in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana.
La loro conversazione sarà accompagnata da alcuni momenti teatrali con l’attore Andrea Brunello che interpreterà brani e riflessioni su «La Bellezza nella Fisica», accompagnato dal musicista Enrico Merlin.
Entrambe le iniziative al Teatro Sociale sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.
 
 Il congresso SIF: inaugurazione lunedì alle 9 al Teatro Sociale 
Con lunedì partiranno anche le attività scientifiche del 103° Congresso nazionale della Società italiana di Fisica che prevede cinque giornate con incontri e riflessioni attorno a sette settori disciplinari: Fisica nucleare e subnucleare; Fisica della Materia; Astrofisica; Geofisica, Fisica dell’Ambiente; Biofisica e Fisica medica; Fisica applicata, Acceleratori e Beni culturali; Didattica e Storia della Fisica.
Le cinque giornate di lavoro del congresso si terranno al Polo scientifico e tecnologico «Fabio Ferrari» a Povo (via Sommarive, 9) e si articoleranno, come da tradizione, in sezioni e incontri plenari, di taglio scientifico più aperto e divulgativo, di interesse anche per i fisici e le fisiche non esperti/e del settore.
Tutto avrà inizio però al Teatro Sociale lunedì dalle 9 con la cerimonia inaugurale.
I lavori si sposteranno poi per tutto il resto della settimana al Polo scientifico e tecnologico Fabio Ferrari di Povo.
L’inaugurazione prevede i saluto introduttivo del rettore dell’università di Trento Paolo Collini, del direttore del Dipartimento di Fisica Lorenzo Pavesi e della presidente della Società italiana di Fisica, Luisa Cifarelli.

A dare il benvenuto da parte delle istituzioni del territorio saranno l’assessora provinciale all’Università e ricerca scientifica, Sara Ferrari, e l’assessora comunale alla partecipazione, innovazione e formazione, Claudia Maule.
Nel corso dell’inaugurazione saranno premiati giovani fisici e fisiche che si sono particolarmente distinti con le loro attività di ricerca.
Verrà inoltre conferito il prestigioso premio «Enrico Fermi», che ogni anno dal 2001 (nel centenario della nascita di Fermi) viene assegnato a uno o più soci che abbiano particolarmente onorato la fisica con le loro scoperte.
Fin da lunedì mattina al Teatro Sociale si entrerà poi nel vivo con le prime due delle dieci relazioni generali in programma: un momento aperto a tutta la comunità dei fisici.
La prima, alle 11 sarà tenuta dal presidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Fernando Ferroni su «Il neutrino: 90 anni e ancora non lo conosciamo veramente».

Il suo racconto partirà da Pauli, arriverà a Fermi e toccherà anche Majorana e Pontecorvo, fino alla scoperta che i neutrini oscillano: un passo significativo per la Fisica che ha portato all’assegnazione di molti premi Nobel.
A seguire, dalle 12, il fisico Stefano Vitale (Università di Trento - Tifpa) racconterà la storia della missione LISA Pathfinder e della prossima missione LISA dell’Agenzia spaziale europea (il cui lancio è previsto nel 2034) a caccia di onde gravitazionali nell’universo.
Ulteriori presentazioni avranno luogo nel primo pomeriggio a partire dalle 14.30 al Polo scientifico e tecnologico «Fabio Ferrari» a Povo.
Già da lunedì sarà anche visitabile la mostra «I Giocattoli e la Scienza», allestita al Liceo Classico Prati di Trento, che sarà invece inaugurata martedì alle 19.
Aperta fino al 22 settembre dalle 8.10 alle 17, vi si potranno osservare più di settanta unità espositive, per lo più giocattoli, che mostrano aspetti paradossali e interessanti della Fisica.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone