Home | Sport | Basket | Memorial Brusinelli, Dolomiti Energia batte Pistoia al supplementare

Memorial Brusinelli, Dolomiti Energia batte Pistoia al supplementare

La finale risolta solo dopo 5' di overtime: i bianconeri dopo essere stati sotto di 20 (21-41) rientrano in partita grazie alla difesa e ai punti di Behanan e Shields

image

>
Finisce 90-89 dopo 45’ di partita combattuta ed equilibrata la finale del V Memorial Gianni Brusinelli: vince la Dolomiti Energia Trentino, che piega dopo un tempo supplementare la The Flexx Pistoia al termine di un match giocato a strappi ma intenso e coinvolgente.
I bianconeri producono un parziale di 25-2 a cavallo fra secondo e terzo quarto ma vanno per tutta la sera a corrente alternata: a risolvere il match ci pensano le giocate di Shavon Shields, premiato mvp della partita grazie ai suoi 18 punti, 7 rimbalzi e 5 assist.

 Cronaca della partita 
L’avvio di match è subito scoppiettante: Gomes si presenta con una grande stoppata, poi segna la tripla che spinge avanti Trento.
Pistoia risponde con un canestro da lontano di McGee e con un 2+1 di un positivo Gaspardo: la The Flexx continua a trovare buone soluzioni offensive e si porta sul 13-26 costringendo coach Buscaglia al secondo timeout speso nel quarto.
La Dolomiti Energia sembra non riuscire a girare l’inerzia, a Pistoia (spinta anche dai 12 punti di Kennedy) riesce tutto facile: i primi 10’ si chiudono con un eloquente 17-31 sui tabelloni.
Scivolati a -20 (21-41), i bianconeri provano a rianimarsi grazie ad una tripla accidentale di Pierich (che voleva servire Behanan con un passaggio lob) e ad un gioco da tre punti di Flaccadori.
È con la difesa però che Forray e compagni trovano ritmo e fiducia: con i punti in transizione di Shields e Behanan (22 a referto alla fine) i padroni di casa producono un parziale di 12-0 che li rimette improvvisamente in partita.
Con Sutton a fare la voce grossa in difesa, gli uomini di coach Buscaglia chiudono il primo tempo sotto 42-43.
 
La ripresa si gioca subito sul filo dell’equilibrio: i toscani limitano le palle perse e concedono meno a rimbalzo, la Dolomiti Energia fatica a trovare continuità su entrambi i lati del campo.
Franke e Shields rispondono a Gaspardo e McGee, un terzo quarto spigoloso ed equilibrato (59-64) è il preludio alla battaglia sportiva degli ultimi 10’, che cominciano con una tripla di Pierich e una schiacciata di Shields in campo aperto.
Nel finale punto a punto i canestri di capitan Forray (15 punti alla fine) e di un ottimo Shields tengono avanti la Dolomiti Energia, ma un gran tiro di McGee a 26” dalla fine manda la partita al tempo supplementare.
Senza Behanan (fuori per cinque falli) i bianconeri soffrono la fisicità in area di Kennedy ma si affidano ancora una volta a Forray (tripla del 84-81) e a Sutton, che trova con due tiri liberi i primi punti della sua partita (86-83).
Gaspardo pareggia dall’angolo, Shields tira fuori dal cilindro un grande canestro con fallo subito a 30” dalla fine che di fatto regala il successo ai bianconeri.
 

 
 Il tabellino 
Dolomiti Energia Trentino 90 - The Flexx Pistoia 89
(17-31, 42-43; 59-64, 78-78)
 
Dolomiti Energia Trentino: Franke 6 (2/6, 0/3), Sutton 2 (0/5, 0/3), Di Prampero, Forray 18 (6/7, 2/4), Flaccadori 5 (1/3, 0/3), Gomes 9 (1/5, 2/6), Pierich 6 (2/3), Behanan 22 (9/12), Lechthaler 4 (1/3), Shields 18 (6/10, 0/3). All.: Buscaglia.
The Flexx Pistoia: Moore 8 (1/2, 2/5), Bianchi (0/1), Barbon (0/2), McGee 21 (5/8, 3/12), Popov ne, Laquintana 5 (1/2, 1/3), Mian 7 (2/5, 1/6), Gaspardo 24 (8/11, 1/5), Onuoha, Magro 2 (1/3), Kennedy 22 (9/12, 0/1). All.: Esposito.
Arbitri: Di Francesco, Weidmann, Giovannetti. 
Note: Tiri da due: Tre 26/51, Pis 27/46. Tiri da tre: Tre 6/25, Pis 8/32. Tiri liberi: Tre 20/28, Pis 11/14. Rimbalzi: Tre 49 (Gomes 9), Pis 37 (Gaspardo e Kennedy 8). Assist: Tre 15 (Shields 5), Pis 17 (Moore 8).
 
 BETO GOMES 
(Ala Dolomiti Energia Trentino)
«È stata una partita tosta, di quelle che possono farci bene in questo periodo dell'anno: queste sono amichevoli ma fino a un certo punto, bisogna mettere in campo fin da subito intensità e agonismo. Dobbiamo crescere ancora ma mi è piaciuto l'atteggiamento della squadra, anche sotto di 20 siamo rimasti concentrati e abbiamo continuato a giocare senza lasciarci condizionare dal punteggio e dal momento della preparazione.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone