Home | Sport | Basket | Memorial Brusinelli, Dolomiti Energia batte Pistoia al supplementare

Memorial Brusinelli, Dolomiti Energia batte Pistoia al supplementare

La finale risolta solo dopo 5' di overtime: i bianconeri dopo essere stati sotto di 20 (21-41) rientrano in partita grazie alla difesa e ai punti di Behanan e Shields

image

>
Finisce 90-89 dopo 45’ di partita combattuta ed equilibrata la finale del V Memorial Gianni Brusinelli: vince la Dolomiti Energia Trentino, che piega dopo un tempo supplementare la The Flexx Pistoia al termine di un match giocato a strappi ma intenso e coinvolgente.
I bianconeri producono un parziale di 25-2 a cavallo fra secondo e terzo quarto ma vanno per tutta la sera a corrente alternata: a risolvere il match ci pensano le giocate di Shavon Shields, premiato mvp della partita grazie ai suoi 18 punti, 7 rimbalzi e 5 assist.

 Cronaca della partita 
L’avvio di match è subito scoppiettante: Gomes si presenta con una grande stoppata, poi segna la tripla che spinge avanti Trento.
Pistoia risponde con un canestro da lontano di McGee e con un 2+1 di un positivo Gaspardo: la The Flexx continua a trovare buone soluzioni offensive e si porta sul 13-26 costringendo coach Buscaglia al secondo timeout speso nel quarto.
La Dolomiti Energia sembra non riuscire a girare l’inerzia, a Pistoia (spinta anche dai 12 punti di Kennedy) riesce tutto facile: i primi 10’ si chiudono con un eloquente 17-31 sui tabelloni.
Scivolati a -20 (21-41), i bianconeri provano a rianimarsi grazie ad una tripla accidentale di Pierich (che voleva servire Behanan con un passaggio lob) e ad un gioco da tre punti di Flaccadori.
È con la difesa però che Forray e compagni trovano ritmo e fiducia: con i punti in transizione di Shields e Behanan (22 a referto alla fine) i padroni di casa producono un parziale di 12-0 che li rimette improvvisamente in partita.
Con Sutton a fare la voce grossa in difesa, gli uomini di coach Buscaglia chiudono il primo tempo sotto 42-43.
 
La ripresa si gioca subito sul filo dell’equilibrio: i toscani limitano le palle perse e concedono meno a rimbalzo, la Dolomiti Energia fatica a trovare continuità su entrambi i lati del campo.
Franke e Shields rispondono a Gaspardo e McGee, un terzo quarto spigoloso ed equilibrato (59-64) è il preludio alla battaglia sportiva degli ultimi 10’, che cominciano con una tripla di Pierich e una schiacciata di Shields in campo aperto.
Nel finale punto a punto i canestri di capitan Forray (15 punti alla fine) e di un ottimo Shields tengono avanti la Dolomiti Energia, ma un gran tiro di McGee a 26” dalla fine manda la partita al tempo supplementare.
Senza Behanan (fuori per cinque falli) i bianconeri soffrono la fisicità in area di Kennedy ma si affidano ancora una volta a Forray (tripla del 84-81) e a Sutton, che trova con due tiri liberi i primi punti della sua partita (86-83).
Gaspardo pareggia dall’angolo, Shields tira fuori dal cilindro un grande canestro con fallo subito a 30” dalla fine che di fatto regala il successo ai bianconeri.
 

 
 Il tabellino 
Dolomiti Energia Trentino 90 - The Flexx Pistoia 89
(17-31, 42-43; 59-64, 78-78)
 
Dolomiti Energia Trentino: Franke 6 (2/6, 0/3), Sutton 2 (0/5, 0/3), Di Prampero, Forray 18 (6/7, 2/4), Flaccadori 5 (1/3, 0/3), Gomes 9 (1/5, 2/6), Pierich 6 (2/3), Behanan 22 (9/12), Lechthaler 4 (1/3), Shields 18 (6/10, 0/3). All.: Buscaglia.
The Flexx Pistoia: Moore 8 (1/2, 2/5), Bianchi (0/1), Barbon (0/2), McGee 21 (5/8, 3/12), Popov ne, Laquintana 5 (1/2, 1/3), Mian 7 (2/5, 1/6), Gaspardo 24 (8/11, 1/5), Onuoha, Magro 2 (1/3), Kennedy 22 (9/12, 0/1). All.: Esposito.
Arbitri: Di Francesco, Weidmann, Giovannetti. 
Note: Tiri da due: Tre 26/51, Pis 27/46. Tiri da tre: Tre 6/25, Pis 8/32. Tiri liberi: Tre 20/28, Pis 11/14. Rimbalzi: Tre 49 (Gomes 9), Pis 37 (Gaspardo e Kennedy 8). Assist: Tre 15 (Shields 5), Pis 17 (Moore 8).
 
 BETO GOMES 
(Ala Dolomiti Energia Trentino)
«È stata una partita tosta, di quelle che possono farci bene in questo periodo dell'anno: queste sono amichevoli ma fino a un certo punto, bisogna mettere in campo fin da subito intensità e agonismo. Dobbiamo crescere ancora ma mi è piaciuto l'atteggiamento della squadra, anche sotto di 20 siamo rimasti concentrati e abbiamo continuato a giocare senza lasciarci condizionare dal punteggio e dal momento della preparazione.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone