Home | Interno | Trento | Trento, un defibrillatore nel cortine interno di Palazzo Thun

Trento, un defibrillatore nel cortine interno di Palazzo Thun

Grazie alla donazione del Lyons Club parte il progetto di defibrillazione precoce

Il Lyons Club Trento del Concilio ha donato alla città un defibrillatore automatico esterno (Dae), che è stato collocato nel cortile interno di palazzo Thun, facendosi carico della sua manutenzione per i primi quarantotto mesi.
La postazione è in rete con la centrale unica di emergenza provinciale. È inoltre dotata di istruzioni in lingua italiana e in lingua inglese.
La donazione si inserisce nel percorso iniziato lo scorso anno dall'Amministrazione comunale con la costituzione di un gruppo di lavoro interno, coordinato dal dirigente responsabile del progetto mobilità e sicurezza lavoratori, incaricato di verificare le modalità di posizionamento e utilizzo sul territorio cittadino di Dae per implementare un progetto di defibrillazione precoce in città.
La normativa nazionale prevede infatti l'obbligo di posizionamento di defibrillatori solo in presenza di attività sportive, demandando alle regioni l'obbligo di definire un piano d'azione per la maggior copertura territoriale.
 
Attualmente sono dotati di Dae gli impianti sportivi della città, con ottantadue impianti già in dotazione e novantacinque addetti formati.
Diciassette defibrillatori sono in dotazione alla polizia locale e sono posizionati presso la sede del corpo (2), presso la casetta delle piste da sci sul Bondone (1) e sulle vetture di servizio (14).
Il personale è stato idoneamente formato per l'utilizzo.
A breve verranno forniti dal servizio sanitario della Provincia autonoma di Trento  cinque defibrillatori che verranno collocati negli edifici comunali di maggior afflusso di pubblico, le sedi di via Belenzani, piazza Fiera, Biblioteca comunale di via Roma, via Alfieri e Top Center.
 
Contemporaneamente verranno adeguatamente formati all'uso del defibrillatore alcuni dipendenti.
L'Itas si è aggiudicata in agosto il bando di sponsorizzazione che prevede un  finanziamento triennale per l'acquisto di Dae (minimo dieci, massimo quattordici) da installare in centro storico (piazza Duomo, piazza Fiera, piazza Dante, piazza Italia, piazza Vittoria, piazza Pasi, piazza Mostra, via Galilei e altre due localizzazioni da concordare).
Oltre alle spese di acquisto la sponsorizzazione copre tutte le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria degli apparecchi per il triennio, le spese relative alla formazione di personale laico non sanitario e le spese relative alla divulgazione di materiale informativo relativo al progetto di defibrillazione precoce nel territorio comunale.
Il numero unico di emergenza provinciale 112 dispone dell'elenco di tutti i defibrillatori presenti sul territorio cittadino e coinvolgerà il Comune nell'implementazione di una app che permetta una verifica rapida della dislocazione dei Dae sul territorio.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone