Home | Arte e Cultura | Spettacoli | «Le Stagioni della fantasia»: 8 canzoni per amare il Trentino

«Le Stagioni della fantasia»: 8 canzoni per amare il Trentino

Venerdì 15 settembre, ore 20 alla Campana dei Caduti di Rovereto

image

>
La sera di venerdì 15 settembre 2017, in vetta al Colle di Miravalle e protetti dalla Campana della Pace Maria Dolens con inizio alle 20, sarà un minuscolo nanetto dal simpatico nome di Nagnocco, appartenente a una famiglia di Nani che ha invece un nome che pare uno sputacchio… la Famiglia Nanesca degli «Sperkmantl»… ad accompagnarci assieme alle bambine e ai bambini del Minicoro di Rovereto alla scoperta del cuore più profondo del Trentino.
 
«Le Stagioni della fantasia» s'intitola la serata, perché la fantasia non conosce limiti di età e vale in tutte le stagioni della vita; perché la fantasia attraversa le nostre esistenze regalandoci sogni e progetti per il futuro, aiutandoci così a migliorarci e a migliorare il mondo in cui viviamo; perché la fantasia ci aiuta a essere più buoni, più generosi, più solidali… in altre parole, ci aiuta a conquistare la Pace!
E sarà proprio la fantasia a prender per mano il nostro Nano Nagnocco della Famiglia Nanesca degli Sperkmantl, che s'è messo in testa di voler scoprire dove e quale sia il cuore più profondo della grande, immensa famiglia dei Trentini che vivono all'ombra delle montagne più belle del mondo.
 

 
Saranno otto le canzoni che accompagneranno il lungo cammino di Nano Nagnocco della Famiglia Nanesca degli Sperkmantl: otto canzoni cantate dal Minicoro di Rovereto, diretto dal maestro Gianpaolo Deicampi, che ci porteranno alla scoperta del mondo leggendario del Trentino.
 
1.    Conosceremo i Nani minatori della Val dei Mòcheni, che tante avventure hanno scritto sui muri delle miniere d'oro e d'argento (ªNano Nagnocco», parole di M.Neri, musica di Armando Franceschini).
 
2.    Incontreremo in Valsugana il Salvanèl, piccolo elfo della foresta, impertinente con gli uomini che non amano i boschi e i pascoli, generoso invece con quelli che sanno conquistarsi la sua fiducia («Salvanèl», parole di M.Neri, musica di Armando Franceschini).
 
3.    Danzeremo sui prati illuminati dalla Luna piena assieme alle belle Salinghe della Valsugana, così gelose dei loro abiti che si tingono ai raggi d'argento («Salinga e le sue fatine», parole di M.Neri, musica di Lodovico Saccol).
 
4.    Ci lasceremo conquistare da Eurosia, una strega-bambina che non riesce proprio a essere cattiva: combina un sacco di pasticci, è vero, ma non farebbe mai del male nemmeno a una mosca solitaria! («Streghina, ma buona», parole di M.Neri, musica di Lodovico Saccol).
 
5.    La ricerca del vero cuore più vero e genuino del popolo trentino proseguirà sui lastroni calcarei dei Lavini di Marco, là dove abitavano un tempo assai lontano dei placidi dinosauri e dove, nel regno della fantasia di oggi che si può permettere qualsiasi sogno, ne sopravvive ancora uno, Dino Lavinio («Dino Lavinio», parole dio M.Neri, musica di Lodovico Saccol).

6.    Forse, però, il nostro segreto magico è custodito dai contadini che lavorano i campi e gli orti della Val di Gresta, difendendo il loro lavoro e il loro sudore grazie a un'allegra banda di spaventapasseri multicolori che non aspetta altro che di danzare in cerchio per noi e con noi! («Gli spauracchi», parole di M.Neri, musica di Lodovico Saccol).
 
7.    E se il sogno più vero, quello più profondo e genuino, fosse nascosto tra le mura coloratissime di Casa Depero, nel cuore del centro storico di Rovereto? Difeso da cinque allegrissime e simpaticissime marionette di Fortunato Depero? («Le marionette», parole di Mauro Neri, musica di Lodovico Saccol).
 
8.    Al termine di questo viaggio in musica, che ci ha condotti nei mondi segreti della fantasia, guidati dalla curiosità del piccolo Nano Nagnocco della Famiglia Nanesca degli Sperkmantl, ci ritroveremo tutti quanti, grandi e piccoli, in cima al Colle di Miravalle, perché lassù rintocca cento volte ogni sera il nostro cuore e la nostra Memoria.

9.    Scopriremo insieme il linguaggio segreto con cui ci parla Maria Dolens, la Campana della Pace («Suona - mia dolce Maria Dolens», parole e musica di Lodovico Saccol).

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone