Home | Golf | Campionati golf 2017 | La Rolex pro-am anticipa il 74° Open d’Italia

La Rolex pro-am anticipa il 74° Open d’Italia

Nell’interessante prologo in campo tra gli amateur Michel Platini

La Rolex Pro-Am farà da prologo domani, mercoledì 11 ottobre, al 74° Open d’Italia che si svolgerà da giovedì 12 ottobre a domenica 15 sul percorso del Golf Club Milano, nel Parco di Monza.
La massima manifestazione di golf nazionale è la punta di diamante del Progetto Ryder Cup 2022, il cammino del golf italiano verso la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni a Roma, presso il Marco Simone Golf & Country Club.
L’evento, inserito tra gli otto tornei di assoluto livello mondiale delle Rolex Series, sarà il primo di una lunga serie fino al 2027 con un montepremi di 7.000.000 di dollari.
Al vincitore andranno 1.166.660 dollari.
Il torneo è su Sky.
 
 La Pro-Am 
Buona parte dei campioni, che poi disputeranno l’Open, condurranno le 26 squadre composte da quattro giocatori (un pro e tre dilettanti) che daranno vita all’interessante anteprima.
Scenderanno in campo, infatti, i sei vincitori di major, Sergio Garcia, Josè Maria Olazabal, Danny Willett, Graeme McDowell, Martin Kaymer e Padraig Harrington, il numero cinque mondiale Jon Rahm, il leader della money list continentale Tommy Fleetwood insieme a Miguel Angel Jimenez, Alex Noren, Lee Westwood, Tyrrell Hatton e agli azzurri Francesco Molinari, che difenderà poi il titolo nell’Open, Edoardo Molinari, Matteo Manassero e Renato Paratore.
 
Tra gli amateur alcuni noti personaggi appassionati di golf tra i quali l’ex stella della Juventus e della nazionale francese Michel Platini, che giocherà nel team di Paratore insieme all’altro ex calciatore Beppe Dossena, campione del mondo nel 1982.
Dal mondo dello spettacolo i due showman Valerio Staffelli e Marco Berry, nella compagine di McDowell.
Sergio Garcia guiderà tre azzurri. Lorenzo Scalise e Stefano Mazzoli, ex campione d’Europa, disputeranno anche l’Open e sarà con loro la sedicenne Alessia Nobilio, seconda domenica scorsa negli Internazionali di Francia. 

A dimostrazione che il golf è veramente uno sport aperto a tutti José Maria Olazabal condurrà il terzetto di giocatori diversamente abili composto da Andrea Calcaterra, non vedente, e da Paolo Vernassa e Roberto Punzo.
La Rolex-Pro Am si dipanerà sulla distanza di 18 buche con formula «Tour Scramble - net aggregate team score in relation to par» and «Use your pro».
Faranno classifica solamente birdie, eagles ed eventuali albatross.
Nel corso della gara, ciascun amateur potrà chiedere per una volta al proprio professionista di eseguire un colpo per suo conto.
 
 Incontro di Sergio Garcia con i giovani 
Sergio Garcia si è intrattenuto nel pomeriggio con un folto gruppo di giovani golfisti. Un’iniziativa che ha avuto successo di partecipazione, e non poteva essere altrimenti.
«Sono davvero felice di poter giocare in Italia su un campo così bello, – ha detto il numero undici mondiale. – Ci saranno in gara davvero tanti grandi giocatori.
«Chi temo di più? Difficile fare un nome, ma Jon Rahm ha mostrato un grande golf per tutta la stagione.»
Nella chiacchierata con i ragazzi è emersa la grande umanità dello spagnolo, divertito dalle curiosità dei suoi giovani «intervistatori», visibilmente emozionati e molto preparati.
 
 Le partenze dell’Open 
Dopo la Rolex Pro Am scatterà il 74° Open d’Italia con il field di livello assoluto, garanzia di grande agonismo e spettacolo.
È già stata ufficializzata la lista delle partenze di giovedì 12 ottobre e ci saranno terne molto interessanti.
In particolare giocheranno insieme Tommy Fleetwood, Sergio Garcia e Jon Rahm, ossia i primi tre della money list continentale (ore 13,15 dalla buca 1), mentre Francesco Molinari avrà per compagni l’inglese Danny Willett, che superò lo scorso anno dopo un acceso ed esaltante duello finale, e Alex Noren, numero 15 mondiale (ore 8,50 dalla buca 10).

Prenderanno il via 132 concorrenti, dei quali due dilettanti. Si giocherà sulla distanza di 72 buche, 18 al giorno. Dopo i primi due giri il taglio lascerà in gara i primi 65 classificati, i pari merito al 65° posto e gli amateur che rientreranno nel punteggio di qualifica.
Sarà l’undicesima e ultima gara dell’Italian Pro Tour 2017, il circuito di gare nazionali e internazionali curate dal Comitato Organizzatore Open Professionistici FIG che contribuisce allo sviluppo del movimento con eventi che associano l‘aspetto agonistico all’impatto promozionale.
 
 Ingresso gratuito 
Anche quest’anno l’Open d’Italia avrà ingresso gratuito, nell’ottica di una maggiore diffusione del golf, obiettivo centrale del Progetto Ryder Cup 2022.
 
 I Partner 
Il 74° Open d’Italia, che ha il patrocinio del CONI, grazie alla collaborazione di Infront Sport & Media, Official Advisor della FIG, ha l’apporto di un pool di qualificati partner: Regione Lombardia, European Tour/Race to Dubai, BMW, Rolex.
Official Sponsor: Emirates, Lyoness, Banca Fideuram. Title Sponsor: Pro Am Rolex. Media Partner: Gazzetta dello Sport, Sky Sport, RDS. Sponsor istituzionali: Istituto per il Credito Sportivo.
Official Supplier: Acqua Panna, S. Pellegrino, Villa Antinori, Deloitte, Giardini Valle dei Fiori, Gielle Antincendio, Kappa, Lease Plan, Maui Jim, Nespresso Sharp, Sky Gas & Power, Technogym, Titleist.
Charity Partner: Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone