Home | Interno | Sapori d’autunno a Brentonico da venerdì 13 a domenica 15

Sapori d’autunno a Brentonico da venerdì 13 a domenica 15

Tra economia di montagna e cambiamenti climatici. Sull’altopiano anche Luca Mercalli e Mariangela Franch

L’autunno regala sapori unici, autentici, decisi. Prodotti della terra, nati dalla rugiada del mattino e dai primi freddi che accarezzano il Parco del Monte Baldo.
«Sapori d’Autunno», in programma a Brentonico da venerdì 13 a domenica 15 ottobre, è la festa del contadino con mercato dei sapori, degustazioni enogastronomiche e appuntamenti con la tradizione di montagna.
Il weekend propone anche conferenze e corsi di cucina.
Come spiega l’assessore comunale al turismo, agricoltura e foreste, Moreno Togni: «Sapori d’autunno è ormai un appuntamento stabile che caratterizza la fine dell’anno agricolo. I produttori possono non solo vendere ma soprattutto mostrare i frutti delle loro fatiche, mi piace pensarlo come il momento dell’orgoglio contadino.  

Il tutto, da quando è stato creato, viene organizzato dal tavolo del Turismo di Brentonico, composto da assessorato al turismo del Comune, Apt Rovereto e Vallagarina, Parco Naturale Locale del Monte Baldo e alcuni rappresentanti degli operatori turistici dell’Altopiano. 
«Oltre al mercato contadino – spiega ancora l’assessore - si è voluta creare una serie di eventi correlati, quali i laboratori di cucina e pasticceria, momenti di svago e soprattutto dibattiti su temi importanti quali i cambiamenti climatici, con Luca Mercalli domenica 15 alle 18, o sugli sviluppi futuri dell’economia di montagna venerdì 13 alle 20.30, con la Dottoressa Mariangela Franch dell’Università di Trento. 
«Interessante anche la proposta riservata alla scuola media di Brentonico, che porterà i ragazzi a visitare alcune delle attività artigiane del territorio, il palazzo Baisi col giardino botanico e ovviamente il mercato.»
 
Programma di sabato e domenica dalle 10 alle 18 in via Roma:
- il «Mercato di montagna» con prodotti a Km zero.
- «La vita del legno», ciclo di racconti del restauratore Emanuele Togni.
- «L’orzo de na volta», dimostrazione di come si faceva questa bevanda.
- «Giardino d’autunno» con ingresso libero all'orto botanico e a Palazzo Baisi.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone