Home | Interno | Sapori d’autunno a Brentonico da venerdì 13 a domenica 15

Sapori d’autunno a Brentonico da venerdì 13 a domenica 15

Tra economia di montagna e cambiamenti climatici. Sull’altopiano anche Luca Mercalli e Mariangela Franch

L’autunno regala sapori unici, autentici, decisi. Prodotti della terra, nati dalla rugiada del mattino e dai primi freddi che accarezzano il Parco del Monte Baldo.
«Sapori d’Autunno», in programma a Brentonico da venerdì 13 a domenica 15 ottobre, è la festa del contadino con mercato dei sapori, degustazioni enogastronomiche e appuntamenti con la tradizione di montagna.
Il weekend propone anche conferenze e corsi di cucina.
Come spiega l’assessore comunale al turismo, agricoltura e foreste, Moreno Togni: «Sapori d’autunno è ormai un appuntamento stabile che caratterizza la fine dell’anno agricolo. I produttori possono non solo vendere ma soprattutto mostrare i frutti delle loro fatiche, mi piace pensarlo come il momento dell’orgoglio contadino.  

Il tutto, da quando è stato creato, viene organizzato dal tavolo del Turismo di Brentonico, composto da assessorato al turismo del Comune, Apt Rovereto e Vallagarina, Parco Naturale Locale del Monte Baldo e alcuni rappresentanti degli operatori turistici dell’Altopiano. 
«Oltre al mercato contadino – spiega ancora l’assessore - si è voluta creare una serie di eventi correlati, quali i laboratori di cucina e pasticceria, momenti di svago e soprattutto dibattiti su temi importanti quali i cambiamenti climatici, con Luca Mercalli domenica 15 alle 18, o sugli sviluppi futuri dell’economia di montagna venerdì 13 alle 20.30, con la Dottoressa Mariangela Franch dell’Università di Trento. 
«Interessante anche la proposta riservata alla scuola media di Brentonico, che porterà i ragazzi a visitare alcune delle attività artigiane del territorio, il palazzo Baisi col giardino botanico e ovviamente il mercato.»
 
Programma di sabato e domenica dalle 10 alle 18 in via Roma:
- il «Mercato di montagna» con prodotti a Km zero.
- «La vita del legno», ciclo di racconti del restauratore Emanuele Togni.
- «L’orzo de na volta», dimostrazione di come si faceva questa bevanda.
- «Giardino d’autunno» con ingresso libero all'orto botanico e a Palazzo Baisi.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone