Home | Interno | Salute | L’incontro è stato promosso dai ricercatori di Eurac Research

L’incontro è stato promosso dai ricercatori di Eurac Research

Prima riunione congiunta per le Società di Medicina di Montagna italiana e austriaca

image

>
Per la prima volta, nell’ambito del suo convegno annuale, la Società Italiana Medicina di Montagna si incontrerà con la sua omologa austriaca (Österreichische Gesellschaft für Alpin- und Höhenmedizin) per confrontarsi su temi legati alla ricerca medica, ma anche alla gestione dei soccorsi e al trattamento delle vittime di incidenti in montagna.
Tra i promotori di questo incontro i ricercatori di Eurac Research che da anni collaborano con i colleghi austriaci in diversi ambiti di studio.
L’incontro (13-14 ottobre) si svolge in concomitanza con il Medicine Camp di IMS e sarà l’occasione per discutere di acclimatamento, malattie d’alta quota ed emergenza in montagna anche con alcuni dei maggiori esperti internazionali.
In alta quota la nostra capacità di utilizzare l’ossigeno diminuisce.
 
Per prevenire malattie legate all’altitudine in Italia si eseguono test sotto sforzo, in Austria invece sono stati proposti test svolti a riposo.
L’incontro ‒ il primo ‒ tra la Società italiana medicina di montagna e la sua corrispettiva austriaca, si pone proprio l’obiettivo di mettere in risalto differenze e similitudini nelle modalità operative e di ricerca dei due paesi per migliorare la gestione dei soccorsi e accrescere la conoscenza in questo settore.
Tra i promotori dell’incontro i ricercatori di Eurac Research.
«Abbiamo sempre collaborato con successo con i nostri colleghi austriaci, in particolare con l’Università e l’Università medica di Innsbruck. È importante estendere e rafforzare questa cooperazione per aumentare la nostra conoscenza scientifica e tradurla, ad esempio, in interventi di soccorso e in un ambulatorio di medicina di montagna sempre più efficaci», spiega Giacomo Strapazzon, medico e ricercatore di Eurac Research.
Oltre ad aver favorito l’incontro con la società austriaca, gli esperti del centro di ricerca bolzanino interverranno nel corso di alcuni appuntamenti dell’IMS Medicine Camp aperti non solo a medici e ricercatori, ma anche al pubblico interessato.
 
- venerdì 13 ottobre, ore 13.30 | «Acclimatization and High Altitude Illness: Facts versus Myths».
Conferenza con traduzione simultanea in italiano, tedesco e inglese
 
- sabato 14 ottobre, ore 13 - Plose | Laboratori in ambiente con discussione di casi clinici.
Temi: patologie d’alta quota, emergenza in montagna (ipotermia, valanghe e politrauma).
 
Link al programma completo del Medicine Camp.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone