Home | Golf | Campionati golf 2017 | Scatta al Golf Club Milano il 74° open d’Italia

Scatta al Golf Club Milano il 74° open d’Italia

Domani via al primo dei quattro giri del torneo – La Rolex Pro-Am d’apertura vinta del team dell’inglese Tommy Fleetwood

image

La squadra vincitrice della Rolex Pro Am - Foto Scaccini.
 
Inizia sul percorso del Golf Club Milano, nel Parco di Monza, il 74° Open d’Italia (12-15 ottobre), la più importante manifestazione nazionale di golf, evento principale del Progetto Ryder Cup 2022.
Il torneo, inserito tra gli otto di assoluto livello mondiale delle Rolex Series, è il primo di una lunga serie fino al 2027 con un montepremi di 7.000.000 di dollari.
Al vincitore andranno 1.166.660 dollari.

 Rolex pro-am 
La gara è stata anticipata dalla tradizionale Rolex Pro Am alla quale hanno preso parte 26 squadre di quattro giocatori, composte da un professionista e da tre dilettanti.
Si è imposto con meno 28 il team di Tommy Fleetwood, con Marzio Perrelli, Matteo Natoli e Ugo Chimenti, che ha preceduto le compagini di Lee Westwood, con Maurizio Stagno, Guido Barilla ed Elisa Roberta Tirante, e di Danny Willett, con Alessandro Boglione, Roberto Palagi e Daniele Pirola, entrambe con “-27, ma la prima favorita dallo score migliore sulle ultime nove buche. 

Al quarto posto con meno 26 la formazione di Sergio Garcia con i dilettanti azzurri Alessia Nobilio, Lorenzo Scalise e Stefano Mazzoli e al quinto con meno 25 in quartetto di Francesco Molinari con Paolo Molesini, Antonio Tazartes e Alberto Cristina.
L’ex stella della Juventus e della nazionale francese Michel Platini e Beppe Dossena, campione del mondo nel 1982, sono terminati settimi (-24) guidati da Renato Paratore e gli showmen Marco Berry e Valerio Staffelli (-22) noni, condotti da Graeme McDowell. 

A dimostrazione che il golf è uno sport veramente aperto a tutti ha partecipato anche un terzetto di giocatori diversamente abili composto da Andrea Calcaterra, non vedente, e da Paolo Vernassa e Roberto Punzo, trio che si è difeso onorevolmente sotto la guida di José Maria Olazabal (16.i con -19).
La Rolex-Pro Am si è svolta sulla distanza di 18 buche con formula «Tour Scramble - net aggregate team score in relation to par» and «Use your pro» e per la classifica sono stati conteggiati solo birdie e eagles.

L’assessore allo sport Regione Lombardia Antonio Rossi in visita all’Open - In occasione della Rolex Pro-Am l’Assessore allo Sport Regione Lombardia Antonio Rossi ha seguito nelle fasi finali il team di Sergio Garcia, congratulandosi con Alessia Nobilio, Lorenzo Scalise e Stefano Mazzoli, che hanno giocato in rappresentanza della Regione Lombardia.
 
 Hole in one di Alessia Nobilio 
Reduce dal brillante secondo posto negli Internazionali di Francia, la sedicenne azzurra Alessia Nobilio ha dato spettacolo realizzando anche una hole in one alla buca 12 e ricevendo l’abbraccio di Sergio Garcia.
«Giocare con un campione di questo calibro è stato bellissimo. Un’emozione fantastica che ricorderò per tutta la vita.»
 
 Via al torneo 
Ora la parola passa ai tanti campioni che prenderanno il via.
Un field stellare, come non si era mai visto all’Open, garanzia di uno spettacolo di altissima levatura tecnica.
I numeri del 74° Open d’Italia sono eloquenti e iniziano con un primato.
Infatti saranno al via sei vincitori di major: gli spagnoli Sergio Garcia, campione Master in carica, e Josè Maria Olazabal, l’inglese Danny Willett, stesso titolo nel 2016, il nordirlandese Graeme McDowell, il tedesco Martin Kaymer e l’irlandese Padraig Harrington. 

In precedenza se ne erano avuti un massimo di cinque (2015 e 2016). Vi saranno 24 concorrenti tra i primi cento del world ranking, dai quali nove tra i top 50, compresi Jon Rahm, numero 5, Sergio Garcia, numero 11, e Francesco Molinari, n 18, campione in carica.
Saranno 22 i giocatori che hanno difeso i colori europei nella Ryder Cup e tra di loro il danese Thomas Bjorn, che guiderà il team continentale nella prossima sfida di Parigi (2018) contro la formazione statunitense.
A dare idea di quanto potrà essere incerta e interessante la gara un altro dato significativo: 87 partecipanti dei 132 contendenti hanno ottenuto almeno un successo nel circuito. Infine saranno cinque i past winner.
 
Difficile avventurarsi in previsioni con tanti atleti in grado di vincere. Meritano comunque più attenzione Alex Noren, numero 15 mondiale, gli inglesi Tommy Fleetwood (n° 17), in vetta alla money list continentale, Matthew Fitzpatrick, Tyrrell Hatton, vincitore domenica scorsa dell’Alfred Dunhill Links, Lee Westwood e Luke Donald, ex leader del world ranking, l’irlandese Shane Lowry, vincitore di un WGC, l’austriaco Bernd Wiesberger, il gallese Jamie Donaldson, l’altro svedese David Lingmerth, che gioca sul PGA Tour, come l’argentino Andres Romero. Gli orientali avranno i punti di riferimento nei thailandesi Thongchai Jaidee e Kiradech Aphibarnrat, nei coreani Byeong Hun An e Jeunghun Wang e nel cinese Ashun Wu.
 
 Gli azzurri 
C’è naturalmente attesa per la prova di Francesco Molinari, due volte vincitore.
È in ottima condizione di forma e negli appassionati c’è la speranza, non tanto segreta, di un clamoroso tris. Si attendono comunque buone cose anche da Renato Paratore ed Edoardo Molinari, un titolo ciascuno quest’anno, Matteo Manassero e da Nino Bertasio.
Completano lo schieramento dei tredici azzurri Alessandro Tadini, Andrea Pavan, Nicolò Ravano, Luca Cianchetti, Enrico Di Nitto, Federico Maccario e i dilettanti Lorenzo Scalise e Stefano Mazzoli.
 
 Le partenze 
Nella prima giornata partenza alle ore 7.50, ultima alle ore 13,55 con conclusione prevista attorno alle ore 19.
Saranno sul tee della buca 10: alle ore 8.30 Renato Paratore, Luke Donald, Ross Fisher; alle ore 8,40 Matteo Manassero, Tyrrell Hatton, Bernd Wiesberger; alle ore 8.50 Francesco Molinari, Danny Willett, Alex Noren.
Sul tee della buca 1: alle ore 13.15 Sergio Garcia, Jon Rahm, Tommy Fleetwood e alle ore 13.35 Nino Bertasio, Paul Dunne, Hideto Tanihara.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone