Home | Interno | Bolzano | Lunga notte dei musei di Bolzano, oltre 15mila ingressi

Lunga notte dei musei di Bolzano, oltre 15mila ingressi

Nove musei, nove ore filate di cultura e divertimento sono bilancio della 16ma Lunga notte dei musei di ieri

Musica, mostre, visite guidate, workshop, tante attività per i più piccoli, musica e oltre 15.000 ingressi: è la sintesi della 16ma Lunga notte dei musei di Bolzano di ieri che ha visto protagonisti nove musei che hanno offerto nove ore filate di cultura e divertimento.
Sono i numeri della 16ma Lunga notte dei musei di Bolzano, di scena ieri 1° dicembre nel capoluogo altoatesino. Il via alla manifestazione lo ha dato alle ore 16 il concerto della The Homeless Band in piazza Walther, che ha coinvolto il pubblico con i suoi ritmi soul, rhythm and blues, funk e disco.
 
Alla stessa ora, nove musei bolzanini hanno aperto i battenti per una maratona culturale a ingresso libero con un’ampia gamma di iniziative: dalle mostre spiegate in visite guidate speciali agli sguardi dietro le quinte in spazi normalmente non accessibili, come le cantine del Museo Mercantile e le antiche stube della collezione del Museo Civico.
E ancora: tante le proposte per i bambini, ad esempio i workshop per approfondire temi museali in maniera creativa al Museo Archeologico, al Museo di Scienze Naturali, al Museo della scuola, al Percorso espositivo nel Monumento alla Vittoria e i giochi medievali messi in scena a Castel Roncolo; e tante le visite guidate per famiglie, come quella che ha raccontato la Casa Semirurale e la sua storia.
 
Non poteva mancare la musica: l’originale sound degli «Opas Diandl» è andato di scena al Museo Archeologico, il pop-jazz degli «Tschässpartie» ha accompagnato la serata del Museo di scienze naturali e al Museo Mercantile si sono esibiti i giovani pianisti della Junior Jury del Concorso Busoni.
La Lunga notte 2017, sostenuta dall’Azienda Musei provinciali e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, si è chiusa in grande stile all’una di notte con la proiezione artistica sulla facciata mediale di Museion dell’opera «Blinds wide sun» del duo Doris Krüger e Walter Pardeller.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone