Home | Interno | Bolzano | Lunga notte dei musei di Bolzano, oltre 15mila ingressi

Lunga notte dei musei di Bolzano, oltre 15mila ingressi

Nove musei, nove ore filate di cultura e divertimento sono bilancio della 16ma Lunga notte dei musei di ieri

Musica, mostre, visite guidate, workshop, tante attività per i più piccoli, musica e oltre 15.000 ingressi: è la sintesi della 16ma Lunga notte dei musei di Bolzano di ieri che ha visto protagonisti nove musei che hanno offerto nove ore filate di cultura e divertimento.
Sono i numeri della 16ma Lunga notte dei musei di Bolzano, di scena ieri 1° dicembre nel capoluogo altoatesino. Il via alla manifestazione lo ha dato alle ore 16 il concerto della The Homeless Band in piazza Walther, che ha coinvolto il pubblico con i suoi ritmi soul, rhythm and blues, funk e disco.
 
Alla stessa ora, nove musei bolzanini hanno aperto i battenti per una maratona culturale a ingresso libero con un’ampia gamma di iniziative: dalle mostre spiegate in visite guidate speciali agli sguardi dietro le quinte in spazi normalmente non accessibili, come le cantine del Museo Mercantile e le antiche stube della collezione del Museo Civico.
E ancora: tante le proposte per i bambini, ad esempio i workshop per approfondire temi museali in maniera creativa al Museo Archeologico, al Museo di Scienze Naturali, al Museo della scuola, al Percorso espositivo nel Monumento alla Vittoria e i giochi medievali messi in scena a Castel Roncolo; e tante le visite guidate per famiglie, come quella che ha raccontato la Casa Semirurale e la sua storia.
 
Non poteva mancare la musica: l’originale sound degli «Opas Diandl» è andato di scena al Museo Archeologico, il pop-jazz degli «Tschässpartie» ha accompagnato la serata del Museo di scienze naturali e al Museo Mercantile si sono esibiti i giovani pianisti della Junior Jury del Concorso Busoni.
La Lunga notte 2017, sostenuta dall’Azienda Musei provinciali e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, si è chiusa in grande stile all’una di notte con la proiezione artistica sulla facciata mediale di Museion dell’opera «Blinds wide sun» del duo Doris Krüger e Walter Pardeller.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone